Bachi Da Pietra

Tarlo Terzo

2008 (Wallace) | post-rock

“Tarlo terzo”, com’è intuibile, è il terzo album del duo Giovanni Succi (voce e basso, già Madrigali Magri) e Bruno Dorella (batteria, già Ovo, Ronin e patron di Bar La Muerte), in arte Bachi Da Pietra, e il seguito di quel “Non io” che a tutt’oggi è forse il loro vertice artistico, quello che meglio coniuga le loro polarità: basso-batteria, mezzoforte-piano (dinamica), voce-arrangiamenti, tonalità di nero-sfumature (timbro e sound), e così via.

“Tarlo terzo” è sostanzialmente una questione cerebrale, più che emotiva. Prova ne sono l’iniziale denso giro Morphine con monologo simil-rap filtrato di “Servo”, lo slowcore ad libitum di “Seme nero”, il quasi trip-hop con declamazione grave e sussurrata da sembrare inarticolata di “F.b.d.” e gli smorti accordi risonanti di “Andata”.

L’impianto stilistico si allarga appena in “Dal nulla nel nulla”, paradossalmente il loro brano più scheletrico in assoluto (che cita i momenti più taciturni dei Talk Talk di “Laughing Stock”), in “Mestiere che paghi per fare”, una samba per riff mormorati e parlottio recitante in sottovoce, e negli effetti ritmici in trasparenza di “I suoi brillanti anni ottanta”. Nei due vaudeville bluesy al ralenti (“Lina” e il tono macabro Waits-iano di “Lui verrà”) la coppia riprende i binari standard.

Talmente tetro da oscurare persino i tratti musicali più elementari (eccezion fatta per la tumida batteria di Dorella), questo atto poetico sofisticato flirta con gli effetti acustici (risonanze, armonici, persino la folktronica naturale della finale “Per la scala del solaio”) e procede per impercettibili microvariazioni (accorgersi dell’accelerando di “F.b.d.” è un po’ come acchiappare il pupazzetto alla girandola della sagra). Succede poco, specie tra voce e accompagnamento, nel bene e nel male.

(23/12/2008)

  • Tracklist
  1.  Servo
  2.  Mestiere che paghi per fare
  3.  Tarlo della sete
  4.  I suoi brillanti anni ottanta
  5.  Lina
  6.  Seme nero
  7.  Lui verrà
  8.  Andata
  9.  F.b.d. (Fosforo bianco democratico)
  10.  Dal nulla nel nulla
  11.  Per la scala del solaio
Bachi da Pietra su OndaRock
Recensioni

BACHI DA PIETRA

Necroide

(2015 - La Tempesta / Wallace / Tannen)
Si completa la svolta metal nel sound del progetto firmato Succi/Dorella

BACHI DA PIETRA

Quintale

(2013 - La Tempesta)
Il nuovo volo, pesante e metallico, del coleottero da guerra dei Bachi da Pietra

BACHI DA PIETRA

FestivalBug Ep

(2013 - Corpoc)
Tre brani di congedo dal festival itinerante dei Bachi da Pietra

BACHI DA PIETRA

Quarzo

(2010 - Wallace)
Ritorna, stanco e poco ispirato, il duo Succi-Dorella

BACHI DA PIETRA

Insect Tracks

(2010 - Wallace Records)
Disco dal vivo per suggellare due inediti, alcuni bachi mutanti e artigianali meccanismi di ripresa

BACHI DA PIETRA

Non Io

(2007 - Wallace-Die Schachtel)
Il blues urbano del duo Succi-Dorella in dieci nuovi brani

BACHI DA PIETRA

Tornare nella terra

(2005 - Wallace)
L'esordio avant-rock-blues del nuovo progetto di Giovanni Succi e Bruno Dorella

Bachi Da Pietra on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.