Volcano The Bear

Grande Pfungst

2010 (Volfurten Records) | weird avant-rock

Alla fine, comprando il mediocre "Volfrudolf" uno si ritrova tra le mani anche questo "Grande Pfungst", raccolta di materiale d'archivio e di tracce nuove di zecca. Un modo come un altro per giustificare l'acquisto, insomma, perché qui almeno i Volcano The Bear si ricordano, anche se a sprazzi, di essere una grande band.

Disco disomogeneo perché innamorato del frammento dissoluto e anarchico, verrebbe da dire anche "weird" per il modo con cui riesce a farci pensare a tante esperienze "out" della moderna scena underground americana, "Grande Pfungst" è una giostra di sregolatezze assortite, di sperimentalismi elettrici e acustici che sembrano usciti da qualche cassettina registrata alla meglio durante qualche session estemporanea ("W.Q. Refurteniser 2", "Goosewar", "K.S.U.V."). Un free-form che è anarchia sotto mentite spoglie, volontà di destabilizzare e ricostruire usando materiali di scarto, ipotesi, aborti di canzone ("10000 Oats"), passando dalla circolarità sbilenca di "Night Fig" al ritualismo minimalista di "Barbara Castle Festival Hall", dal Bregovic riletto dai Residents di "Glad Spargeleit" alla coralità quasi sacrale di "W.Q. Refurteniser".

Aria fresca, insomma, rispetto alle indecise peripezie del "disco madre". Ci sono anche ipotesi di free-jazz decomposto ("Orson", "Malt-O-Stratos"), insieme con i concretismi asimmetrici di "Cecil Village" e il videogame impallato di "Vermicelli". "Sir Lord Horseradish Metal", infine, non è nient'altro che il risultato di quest'addizione: noise + un brano a caso dei Factums remixato dal vostro amico scemo + sberleffi fiatistici + percussioni trovate. Per ora, va bene così.

(05/05/2010)

  • Tracklist
  1. K.S.U.V.
  2. K.S.U.V. Three
  3. Night Fig
  4. Glad Spargeleit
  5. 10000 Oats
  6. Barbara Castle Festival Hall
  7. Marzipan Chapter
  8. Wendi Baconi
  9. Orson
  10. W.Q. Refurteniser
  11. W.Q. Refurteniser2
  12. Goosewar
  13. Cecil Village
  14. Malt-O-Stratos
  15. Grande Pfungst Railroad
  16. Vermicelli
  17. Sir Lord Horseradish Metal
Volcano The Bear su OndaRock
Recensioni

VOLCANO THE BEAR

Golden Rhythm / Ink Music

(2012 - Rune Grammofon)
Percorsi meno impervi nel primo disco su Rune Grammofon della band inglese

VOLCANO THE BEAR

Volrudolf

(2010 - Volfurten Records)
Cento copie viniliche per una release minore della compagine inglese

VOLCANO THE BEAR

Amidst The Noise And Twigs

(2007 - Beta-Lactam Ring)
Il ritorno dei Volcano The Bear dopo il grande passaparola critico dello scorso anno. Conferme e novità ..

VOLCANO THE BEAR

Classic Erasmus Fusion

(2006 - Beta Lactam Ring)

Volcano The Bear on web