Run The Jewels

Run The Jewels 3

2016 (Autoprodotto) | alternative hip-hop

A distanza di due anni dal loro ultimo lavoro in studio, Killer Mike ed El-P tornano con la loro consolidata collaborazione, giunta ormai al terzo appuntamento: "Run The Jewels 3" (disponibile in free download dal giorno di Natale). L’album ha un contenuto ancora più esplosivo dei precedenti episodi: è meno divertente di "RTJ1" e meno aggressivo di "RTJ2", ma è politicamente molto più denso. Canzoni come “Thursday In The Danger Room”, “2100” e “Thieves! (Screamed The Ghost)” contengono un messaggio quasi militante negli Stati Uniti del nuovo presidente Trump dove la disuguaglianza economica, oltre che sociale, è stata alla base di tutta la campagna elettorale.

Killer Mike in “A Report To The Shareholders: Kill Your Masters” rappa: “Choose the lesser of the evil people, and the devil still gon’ win/ It could all be over tomorrow, kill our masters and start again”, mentre in “Thieves! (Screamed The Ghost)” esclama: “No more moms and dads crying, no more arms in the air/ We put firearms in the air, molotov cocktails thrown in the air”: in sostanza, una vera e propria chiamata alle armi in stile Malcolm X.
I due, da sempre impegnati dal punto di vista politico, cercano di alzare ulteriormente l’asticella, veicolando non più un messaggio di protesta, ma un invito alla rivolta. Proprio questo messaggio può essere considerato il tratto d’unione di un disco provocante, politicamente scorretto e che getta ulteriore benzina sul fuoco in un clima politico sempre più polarizzato, non solo negli Usa.

Al di là del contenuto, "RTJ3" ha una produzione impeccabile grazie al lavoro di El-P, che per l’occasione ha creato una serie di beat particolarmente riusciti e capaci di valorizzare il ritmo e i testi. In quasi tutte le canzoni i due riescono a trovare una chimica perfetta nel loro intreccio rap, nonostante Killer Mike sia maggiormente dotato da questo punto di vista. L’album vede poi la partecipazione di alcuni ospiti, come Danny Brown in “Hey Kids (Bumaye)”, Kamasi Washington in Thursday In The Danger Room” e l’amico Zach de la Rocha nella già citata “A Report To The Shareholders: Kill Your Masters”. 

I punti più alti della carriera solista di EL-P e Killer Mike sono stati rispettivamente toccati nel 2012 con “Cancer 4 Cure” e “R.A.P. Music”. I
 due lavori successivi come duo non hanno mai raggiunto quel livello di complessiva coerenza, nonostante fossero due album godibili e per giunta acclamati dalla critica. Finalmente, con "Run The Jewels 3", entrambi sono stati in grado di superarsi, smussando in parte l’aggressività sonora che li ha da sempre contraddistinti, facendo canzoni meno “da pista”, e creando un disco che, al netto della lunghezza, non stanca mai. Produzione e flow come sempre a regola d’arte fanno da cornice a un album dal contenuto altamente impegnato ed esplosivo, perfettamente in linea con i tempi e con le convinzioni radicali dei due artisti. 

(05/01/2017)



  • Tracklist

1. Down (feat. Joi Gilliam)
2. Talk to Me
3. Legend Has It
4. Call Ticketron
5. Hey Kids (Bumaye) (feat. Danny Brown)
6. Stay Gold
7. Don't Get Captured
8. Thieves! (Screamed the Ghost) (feat. Tunde Adebimpe)
9. 2100 (feat. BOOTS)
10. Panther Like a Panther (Miracle Mix) (feat. Trina)
11. Everybody Stay Calm
12. Oh Mama
13. Thursday in the Danger Room (feat. Kamasi Washington)
14. Report to the Shareholders/Kill Your Masters

Run The Jewels on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.