Michael Chapman

50

2017 (Paradise Of Bachelors) | folk-rock

Salutato come il primo disco “americano” del grande musicista inglese, “50” commemora anche nel titolo un anniversario di carriera che dà la misura di quale sia la caratura artistica dell’ancora troppo poco considerato menestrello dello Yorkshire. Prodotto da Steve Gunn, che con la sua cerchia è vero deus ex machina dell’operazione (si veda lo snodarsi dell’iniziale “A Spanish Incident”), il disco contiene sia inediti che rivisitazioni in verità piuttosto oscure del repertorio di Chapman, per cui questa uscita rappresenta la prima full band da diverso tempo.

Certo, è un disco che mostra i segni del tempo, con una scrittura decisamente macchinosa e vagamente arrancante, che la band prova a rinverdire con una serie di tirate collettive piuttosto rispettose del folk-rock appassionato e colto del “sopravvissuto”. Il rispetto dei collaboratori per la musica di Chapman è tangibile nella classe degli arrangiamenti, sempre a tirati a lucido e mai sopra le righe, come nella Laurel-iana “The Mallard”, o nell’outlaw country di “Money Trouble”.

Il ritrovamento di un gusto musicale ed espressivo rappresenta da solo forse il valore di questo “50”, una celebrazione non impolverata (forse anche troppo moderna nell’arrangiamento suburbano di “Falling From Grace”, ma sempre ruspante e “sul pezzo”, come nel graffiante stomp southern-gothic di “Sometimes You Drive”) ma sentita di una leggenda del folk inglese, che merita decisamente un posto insieme a quelli con cui ha iniziato, Roy Harper e John Martyn.

(02/02/2017)



  • Tracklist
  1. A Spanish Incident (Ramón and Durango)
  2. Sometimes You Just Drive
  3. The Mallard
  4. Memphis in Winter
  5. The Prospector
  6. Falling from Grace
  7. Money Trouble
  8. That Time of Night
  9. Rosh Pina
  10. Navigation
Michael Chapman su OndaRock
Recensioni

MICHAEL CHAPMAN

True North

(2019 - Paradise Of Bachelors)
Con uno sguardo malinconico e introspettivo, il chitarrista inglese continua a raccontare l'inesorabile ..

Michael Chapman on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.