Alex Savelli & Massimo Manzi

Gettare le basi

2019 (Radici Music Records) | rock, prog

Un duo inedito ma ricco di esperienza: è questa l’idea iniziale per la registrazione di “Gettare le basi”, album che - come dice il titolo - è un ritorno alle basi del rock 60-70 (quindi non alle vere radici ancora antecedenti). Il chitarrista Alex Savelli e il batterista Massimo Manzi, entrambi dotati di un curriculum invidiabile, si cimentano in un serie di undici brani che hanno come primo obiettivo quello della leggerezza e della libertà spensierata.

Un album che sa molto di mestiere ben consolidato, che rende molto bene l’idea di una facilità di suonare e comporre che non può che nascere da una lunga esperienza strumentale. Libertà continuamente ricercata, un senso di spensieratezza quasi costante con legami alle più tipiche tradizioni rock (dal blues all’hard-rock). Gran parte dei brani sono strumentali, arricchiti da una lunga serie di collaborazioni che valorizzano il risultato finale, grazie alle svariate influenze apportate da ciascuno (rock, jazz, prog).

Tanta precisione compositiva e improvvisazione, direi egualmente suddivise, in brani suonati con spirito prettamente live. Molto piacevole l’ascolto, un viaggio in una storia lunga 50 anni con stilemi hard-blues (“Gb1”), evoluzioni prog (“Gb3”, “Gb4”), piano jazz (“Gb6”) e un finale (“Gb11”) che rappresenta il momento meno conciliante e più interessante tra psichedelia e post-rock.

(14/09/2019)



  • Tracklist
  1. Gb 01
  2. Gb 02
  3. Gb 03
  4. Gb 04
  5. Gb 05
  6. Gb 06
  7. Gb 07
  8. Gb 08
  9. Gb 09
  10. Gb 10
  11. Gb 11


Alex Savelli & Massimo Manzi on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.