In Flames

Clayman 2020

2020 (Nuclear Blast) | heavy-metal

Nel 2020 gli In Flames hanno pubblicato a marzo una versione chiptune (un tipo di musica a 8 bit) del loro ultimo album "I, The Mask", fondamentalmente un divertissement senza pretese sulla falsariga di quanto venne già fatto nel 2003 con "Moonshield" sull'Ep "Trigger"; dopodiché il gruppo ha deciso di reincidere alcuni brani del classico "Clayman" del 2000 e pubblicati il 24 luglio sull'Ep digitale "Clayman 2020". Si tratta di un'anteprima promozionale in vista dell'imminente ristampa e rimasterizzazione del disco a fine agosto per il suo ventennale, su cui saranno aggiunti come bonus track. L'intento comprensibile è di avvicinare i nuovi fan alle precedenti produzioni e magari anche di destare l'attenzione di quelli vecchi.

È presente anche un inedito, "Themes And Variations In D-Minor", che però è solo uno strumentale di violoncello (a cui si aggiunge una chitarra sul finire) che mescola alcuni dei motivi più famosi del disco del 2000, ma è solo un pastiche nostalgico per fan.
Venendo alle nuove registrazioni, queste non convincono appieno, nonostante il materiale di partenza sia di qualità, in quanto la potenza delle chitarre viene un po' smorzata e il suono è più ovattato, mentre la batteria (all'epoca affidata al talento Daniel Svensson) appare più fredda. Delude più che altro notare che alcuni riff e assoli siano stati rimaneggiati perdendo di espressività e creatività, in particolare su "Bullet Ride", che altrimenti sarebbe stata forse il pezzo più riuscito dell'operazione.

Ma soprattutto Fridén vocalmente non ha più il carisma feroce di un tempo. È positivo che la sua interpretazione suoni spontanea e genuina, per lo meno più in linea con le sue corde, ma il risultato finale ha uno spessore creativo deludente.
La prova canora migliore da parte sua è la catchy "Pinball Map", mentre l'episodio peggiore del disco è la title track, che cerca di suonare anthemica in maniera stentata, perdendo di mordente ed epicità rispetto all'originale. La nuova produzione è infine inferiore a quella storica di Fredrik Nordström per pulizia, energia sprigionata, atmosfere e dinamica dei suoni
.

C'è da chiedersi se l'intento di far scoprire ai nuovi fan i precedenti lavori possa riuscire: nell'epoca dello streaming e del p2p, probabilmente avranno già provato ad ascoltare il resto, e se non è interessato loro, difficilmente cambieranno idea.

(28/07/2020)



  • Tracklist
  1. Themes and Variations in D-Minor
  2. Only for the Weak - Re-Recorded
  3. Bullet Ride - Re-Recorded
  4. Pinball Map - Re-Recorded
  5. Clayman - Re-Recorded
In Flames su OndaRock
Recensioni

IN FLAMES

I, the Mask

(2019 - Nuclear Blast)
Il ritorno della formazione svedese, che ritrova parte dell'ispirazione persa negli ultimi 8 anni ma ..

IN FLAMES

Down, Wicked & No Good

(2017 - Nuclear Blast)
Quattro cover tra elettronica e rock alternativo segnano il ritorno della formazione svedese

IN FLAMES

Battles

(2016 - Nuclear Blast)
Nonostante qualche pezzo godibile, gli svedesi rimangono artisticamente in stallo

In Flames on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.