Nils Frahm

Empty

2020 (Erased Tapes) | modern classical, piano

Piano e modern classical sono da sempre elementi inscindibili per il compositore tedesco Nils Frahm, giovane stella del firmamento della musica classica contemporanea europea. Era il 2012 quando veniva pubblicato “Screws”, album di piano anomalo e controverso, proprio negli anni in cui le major scoprivano la possibilità di trovare un mercato mainstream del pianismo popular (vedi il caso eclatante di Giovanni Allevi).

Pochi giorni prima di quelle registrazioni - in cui Frahm si stava riprendendo da un infortunio al pollice - venivano anche registrate alcune tracce estremamente minimali, piccole bozze di idee, che oggi troviamo nel nuovo “Empty”, che quindi non andrebbe interpretato come un Lp del tutto nuovo, ma una riscoperta di materiale mai pubblicato. Otto brani di grande semplicità e fascino, minimali nell'essenza più autentica e letteraria del termine, dove per minimale si intende non la ripetizione ma la sottrazione assoluta delle note, tanto ridotta da giustificare il titolo. Originariamente registrato come musica per un cortometraggio del regista Benoit Toulemonde, oggi “Empty” gode di vita autonoma rispetto al film, capace di trasmettere emozioni e atmosfere al di fuori dalle immagini per cui era stato ideato.

Questi piccoli abbozzi pianistici nella loro semplicità e nella loro incompiutezza mostrano un’anima che non è semplice trovare altrove, e che dimostra le qualità potenziali di Frahm. Nella melodia appena accennata di “A Shine”, nelle lente note malinconiche di “First Defeat” o nei rapidi loop minimali di “No Step On Wing”. C’è molto John Cage in “Empty”, questo gioco altalenante tra musica e silenzio, questo ricreare costantemente nuovi mondi sonori da tale ambivalenza.
L’elettronica giunge solo in “Sonar”, mentre nel finale c’è il brano più lungo (sei minuti), “Black Notes”, forse una citazione della perla della modern classical “The Blue Notebooks” del connazionale Max Richter.

(08/06/2020)



  • Tracklist
  1. First Defeat
  2. A Shine
  3. No Step On Wing
  4. The Big O
  5. Second Defeat
  6. A Shimmer
  7. Sonar
  8. Black Notes


Nils Frahm su OndaRock
Recensioni

NILS FRAHM

All Encores

(2019 - Erased Tapes)
Tre Ep concepiti nell'arco di un anno e mezzo, raccolti in una sequenza che evolve il concetto di modern ..

NILS FRAHM

All Melody

(2018 - Erased Tapes)
La rinascita stilistica del pianista tedesco dopo un periodo di isolamento volontario

NILS FRAHM

Solo - Remains

(2016 - Erased Tapes)
Appendice al lato più intimo e autentico dell'enfant prodige tedesco

NILS FRAHM

Solo

(2015 - Erased Tapes)
Gradito regalo dal compositore berlinese, per promuovere un Piano Day Festival nella sua Berlino

NILS FRAHM

Spaces

(2013 - Erased Tapes)
Una ricca panoramica live sul percorso del giovane pianista tedesco

NILS FRAHM

Screws

(2012 - Erased Tapes)
Salto nell'olimpo rinviato nel quinto disco del pianista tedesco

NILS FRAHM

Felt

(2011 - Erased Tapes)
Un'esplorazione all'interno del pianoforte per il rinomato artista e produttore berlinese

News
Nils Frahm on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.