Nytt Land

Cvlt

2020 (Ksenza Records, Infinite Fog Productions) | nordic ritual folk

Nell’ormai affollato panorama della nuova onda ritual folk nordica, un posto di primo piano lo occupano i Nytt Land, progetto di Anatoly e Natasha Pakhalenko improntato alle tradizioni dello sciamanesimo siberiano. Come per molti artisti dell’area, si tratta di una rivisitazione contemporanea dello spirito del profondo Nord e della sua magia arcaica. Musicalmente più vicini agli Heilung che a Forndom e Wardruna, i Nytt Land hanno elaborato un loro stile unico e originale che li ha fatti conoscere ben presto fuori dai confini russi.

“Cvlt” è la loro nuova uscita ed è pubblicata in vinile, cd e digitale per Ksenza Records e Infinite Fog Productions. Dal 2015, anno d’uscita del loro primo album “Hávamál”, ad oggi i Nytt Land arrivano con questa nuova opera a una piena maturazione della loro proposta musicale: un lavoro solido, dai molteplici e stratificati riferimenti mitologici e culturali, dal paganesimo norreno alle divinità dei popoli ostiachi.
L'album mette in scena sonorità ritual-folk che fanno convivere assieme strumenti acustici come la talharpa a un’elettronica sperimentale improntata al dark-ambient e persino a passaggi trip-hop, sulla scorta di quanto fatto di recente anche dagli svedesi Garmarna. Il tutto è accompagnato da antichi canti siberiani e melodie provenienti dal folklore della taiga euroasiatica. A livello linguistico, “Cvlt” si avvale oltre del russo e dei suoi diletti locali anche di molte lingue scandinave antiche.

Già dal primo brano, “Valhalla Rising”, che evoca nel titolo anche il noto film del regista danese Nicolas Winding Refn, siamo proiettati in un mondo bagnato dai morti caduti sul campo di battaglia, in attesa di essere condotti nel regno del Valhalla dove banchetteranno sino al conflitto finale del Ragnarök. La splendida voce di Natasha Pakhalenko, qui e nella successiva “Song Of The Kazym Goddess”, assume toni solenni ed evocativi, regalandoci due dei migliori brani mai realizzati dai Nytt Land. “Rígsþula” e “Ar Hotan Imi” mostrano invece il contrasto tra la voce greve maschile di Anatoly e i passaggi melodici della voce femminile di Natasha, che qui evoca freddi paesaggi artici. “Ar Hotan Imi” si avvale anche del violino suonato dal compositore ed etnomusicologo finlandese Tuomas Rounakari.

Non mancano derive a metà tra folk ed elettronica, come si può ascoltare nella traccia “Seven Spirits In White Coats”. Ma su tutto spicca l’esperimento di “Niðavellir” che ricorda un po’ l’uso delle percussioni adottate nell’ultimo album degli Heilung, quasi una proto-techno archeo-futurista che sorprenderà non poco anche chi è avvezzo a certe sonorità liminari. Colpisce nel segno anche l’elettronica di “Sólarljóð”, un’ode al sole tratta da un antico poema islandese del XIII secolo. “Pusel ov Aki’s song” si muove su sonorità sospese tra Portishead e Myrkur, ed è uno dei singoli rilasciati prima dell’uscita dell’album. Come per “Song Of The Kazym Goddess”, è stato realizzato anche un video ad hoc.
Nel finale emergono passaggi folk più tradizionali alla Wardruna, con brani come “Sigrdriva spel” e “Sortunut ääni”. Quest’ultimo è cantato da Jonne Järvelä della band folk-metal finlandese Korpiklaani. A dar man forte alla voce in “Song Of The Goddess Keeper” troviamo invece Maria “Scream” Arkhipova degli Arkona, valida band folk-metal russa.

“Cvlt” è un disco coraggioso, che punta sulla mescolanza dei registri espressivi senza perdere di vista le proprie radici. L’album apre a una visione contemporanea dello sciamanesimo siberiano che non manca ancora oggi di affascinare, con i suoi canti e i suoi mantra, coinvolgenti quanto oscuri e pregni di mistero.

(03/05/2020)



  • Tracklist
  1. Valhalla Rising
  2. Song of the Kazym Goddess
  3. Rígsþula
  4. Ar Hotan Imi
  5. Seven Spirits in White Coats
  6. Pusel ov Aki’s song
  7. Niðavellir
  8. Sólarljóð
  9. Sigrdriva spel
  10. Sortunut ääni
  11. Hanum
  12. Song of the Goddess Keeper




Nytt Land on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.