Trace Mountains

Lost In The Country

2020 (Lame-O) | indie-rock, pop-folk

Per Dave Benton il progetto Trace Mountains si è rivelato come la sliding door per intraprendere un percorso artistico autonomo, mentre la vecchia band LVL UP si dileguava nell'oblio. Dalle prime incisioni amatoriali al consolidamento del nuovo gruppo, il passo non è stato breve, ma ora è finalmente una realtà.

“Lost In The Country” non è un esordio per la sua nuova band Trace Mountains, anche se è il primo distribuito da un’etichetta (Lame-O Records). L'album numero tre è una piacevole ed equilibrata raccolta di canzoni sulla scia dei War On Drugs, che mette finalmente a frutto le interessanti alchimie sperimentate in passato. Una scrittura non particolarmente originale ma sapientemente svogliata e stralunata. Le grezze ma toccanti strutture/non strutture degli arrangiamenti hanno disseminato nei precedenti album alcune piccole perle dell’indie-rock americano che meritano di essere riscoperte (“Forgiveness”, “Salty/Sweet”, “Cary’s Dreams”) soprattutto da chi è sensibile al fascino della malinconia agrodolce stile Eels.

Per “Lost In The Country” Dave Benton ha rivoluzionato e allargato il fronte dei musicisti (tra i quali l’ex-LVL UP Greg Rutkin): quel che ne guadagna è l’equilibrio strumentale; nello stesso tempo vengono meno in parte l’imprevedibilità e l’azzardo dei primi album. Una maggiore comunicatività ed empatia fa scivolare le dieci tracce senza momenti di noia (“Rock & Roll”). Il travolgente vortice lirico e jangle-pop dell’ottima title track e l’amabilità delle intelligenti e non melense intuizioni pop di “Me & May” e “Fallin' Rain” lasciano il segno, mentre l’arioso e originale folk-pop di “Dog Country” e le acque non quiete di “Cooper's Dream” (arrangiata con tanto di glockenspiel e il suono di una sega) mettono in campo quel briciolo di caos che è il marchio dei Trace Mountains.

Disco affabile e non privo di spunti d’interesse, “Lost In The Country” resta tuttavia confinato nel limbo. Non vi è in verità nulla che non suoni gradevole, ma il fascino di queste dieci canzoni tende a svanire come il sole al tramonto.
Dave Benton non ha ancora trovato la dimensione perfetta per poter esprimere tutto il proprio potenziale di autore e musicista, anche se non si può negare che questo primo passo verso la maturità sia sufficiente per iscrivere il suo nome tra gli artisti da tenere d’occhio.

(13/07/2020)



  • Tracklist
  1. Rock & Roll
  2. Dog Country
  3. Me & May
  4. I Am Leaving You
  5. Cooper's Dream
  6. Lost In The Country
  7. Benji
  8. Fallin' Rain
  9. Absurdity
  10. Turn Blue




Trace Mountains on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.