Ministri

Cronaca nera e musica leggera

2021 (Woodworm/Universal) | alt-rock

Lo hanno affermato Colapesce e Dimartino nel tormentone presentato al Festival di Sanremo di quest’anno, che li ha proiettati improvvisamente verso una notorietà finora insperata: c’è bisogno di musica leggera in questo periodo tanto complicato. Ma poi il Festival lo hanno vinto le chitarre dei Maneskin, a dimostrazione che in tempi di isolamento e restrizioni le persone hanno bisogno di scosse, di energia, di elettricità e di chitarre. I Ministri sembra proprio che abbiano percepito questa esigenza, rappresentando la necessità di urlare con passione e irruenza i propri messaggi.

“Cronaca nera e musica leggera” è un progetto che dimostra una grande coerenza interna: quattro nuove composizioni con un’anima comune, ruvide e intense, in grado di riportare la band ai suoi episodi più diretti, all’incomprimibile foga degli esordi. Probabilmente non sono le uniche scritte in questo periodo di emergenza, ma sono senz’altro quelle che stanno bene assieme, figlie di un’urgenza espressiva che riporta il trio a una forma quasi primordiale. Così si sentono oggi i Ministri, e così vogliono apparire, per scuotere l’ascoltatore e trascinarlo con veemenza verso quel ritorno alla normalità ormai da tutti auspicato.

I primi 42 secondi di “Peggio di niente” sono il miglior incipit possibile, una centrifuga di suoni, un cortocircuito che genera una forza incontenibile, simile a quella impressa dai primi Fast Animals And Slow Kids (e si comprende da dove vengono i FASK), con i quali condividono da sempre la medesima esigenza di vomitare suoni e pensieri verso il resto del mondo. Il formato ridotto contribuisce a rendere il tutto essenziale, senza inciampi, senza troppi giri di parole, picchiando duro, evitando qualsiasi concessione alla morbidezza. Per quella ci saranno altre occasioni. Menzione dovuta per il packaging prescelto, che omaggia l’estetica di alcune collane edite dalla casa editrice Einaudi, rese indimenticabili dal progetto grafico di Bruno Munari.

(16/05/2021)

  • Tracklist
  1. Peggio di niente
  2. Bagnini
  3. Inferno
  4. Cronaca nera e musica leggera


Ministri su OndaRock
Recensioni

MINISTRI

Fidatevi

(2018 - Woodworm)
E' una band rigenerata quella che affronta il traguardo del sesto album, di nuovo ai livelli dei momenti ..

MINISTRI

Cultura generale

(2015 - Godzillamarket / Warner)
Il quinto lavoro del trio milanese conferma il consueto mix di dolcezze e asperità

MINISTRI

Per un passato migliore

(2013 - Godzillamarket / Warner)

Fra rock rabbioso e morbide ballad, il quarto lavoro del trio milanese

MINISTRI

Tempi Bui

(2009 - Universal)
Spirito punk e desolazione esistenziale nel secondo album della band milanese

News
Live Report
Ministri on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.