Natalie Imbruglia

Firebird

2021 (BMG) | pop

La musicista australiana Natalie Imbruglia, nata come attrice di soap opera e spot pubblicitari, aveva fatto il botto negli anni 90 con un'overdose incontrollabile di video a rotazione su Mtv, negli anni in cui la tv era la base di partenza per ogni successo commerciale. Il suo esordio “Left Of The Middle” (1997) e in particolare il singolo e video “Torn” erano stati un autentico tormentone, col suo viso da baby popstar sbarazzina e infantile, ragazza carina della porta accanto dai capelli corti e abbigliamento casual, lontana dalla consueta estetica delle star mainstream. Niente di trascendentale, ma nell'epoca pre-Youtube e pre-Spotify - dove i videoclip su Mtv erano praticamente tutto - la cosa funzionò.

Sono passati ventiquattro anni e la quarantaseienne Natalie Imbruglia torna dopo ben 12 anni a registrare un Lp di inediti. Il tempo passa, ma la musicista australiana si presenta ancora come spensierata giovane poco più che adolescente, con quella voce ritenuta perfetta dagli appassionati di tutti gli orridi talent show, che otterrebbe di sicuro quattro sì entusiasti dai giudici, che farebbe piangere la metà del pubblico di X Factor e che farebbe fare la faccia a metà tra il pensieroso e lo stupefatto a Fedez o Manuel Agnelli. Tutto costruito, tutto come deve essere per piacere a quel tipo di pubblico, tutto perennemente alla ricerca del singolo perfetto spacca-classifica che potrebbe arrivare, come pure essere mancato per motivi a volte imperscrutabili e casuali.

Quattordici brani pop tipicamente anni 90, tutti più o meno identificabili nella categoria pop-ballad da cantare in coro nei palazzetti, per un Lp di cinquantadue minuti che si fa davvero tanta fatica ad ascoltare per intero. La title track giunge alla fine quando si è un po’ estenuati e si spera di trovare qualcosa di diverso. In effetti, le prime note di piano sembrano essere persino esaltanti rispetto alla melensaggine precedente, ed essendo il brano decisamente più distante dalle consuetudini pop della Imbruglia, è certamente quello più poetico e degno d'essere ricordato.

(01/10/2021)

  • Tracklist
  1. Build It Better
  2. Nothing Missing
  3. What It Feels Like
  4. On My Way
  5. Maybe It's Great
  6. Just Like Old Times
  7. When You Love Too Much
  8. Not Sorry
  9. Human Touch
  10. Change Of Heart
  11. Invisible Things
  12. Dive To The Deep
  13. River
  14. Firebird


Natalie Imbruglia on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.