Margo Cilker

Valley Of Heartís Delight

2023 (Loose)
alt-country

E’ sempre più arduo raccontare di generi musicali come il folk o il country. Ad eccezione di quegli artisti che con la seducente arte della contaminazione ne hanno traghettato il fascino al di fuori dei confini stilistici, sono pochi i musicisti strettamente legati ai due generi a godere di un seguito presso il pubblico nostrano. E’ dunque quasi ovvio che, assuefatti dalla routine, anche a noi cronisti dell’ingente produzione discografica contemporanea capiti a volte di tralasciare dischi non privi di una loro peculiarità, sorte alla quale non è sfuggito l’interessante esordio pubblicato sul finire del 2021 da una giovane cantautrice dell’Oregon, Margo Cilker.

Nonostante le notevoli doti vocali dell’autrice, e un’attitudine musicale più vicina a gruppi come The Band o a colleghe come Lucinda Williams e Gillian Welch, “Pohorylle” è stato ampiamente sacrificato come l’ennesimo buon disco country.
Per fortuna il tempo è buon giudice, visto che il secondo album di Margo Cilker, “Valley Of Heart’s Delight”, non solo rinnova le buone vibrazioni dell’esordio ma le amplia, confermando il talento non comune della giovane musicista americana.
Identica formazione, stesso produttore, Sera Cahoone, un’ancor più stimolante varietà stilistica e una scrittura che esalta sia il versante lirico che armonico, senza mai gravare sulla sceneggiatura strumentale: sono queste le schiette e avvincenti prerogative di uno degli album country più interessanti dell’anno in corso.

Con il suo secondo lavoro, Cilker scava ancor più nel profondo della tradizione americana: le canzoni sono come un diario di viaggio in cui confluiscono storie familiari (la più tradizionalmente country “Lowland Trail”) ed esperienze personali filtrate da una forte sensibilità artistica (“Crazy Or Died”), con una musicalità che sorride al country-rock contemporaneo (“Sound And Fury”) senza rinunciare a un brioso fiddle-country nell’unico brano non originale del progetto (“Steelhead Trout”).
Margo si diletta con uno swingante tocco pianistico honky tonky, con elettrizzanti intermezzi di steel guitar (a cura di Paul Brainard ex-Richmond Fontaine) e con un assolo di violino tipicamente country in “I Remember Carolina”, quindi si cimenta anche in un fastoso set di fiati e in un’impertinenza soul-blues che omaggia la miglior tradizione di New Orleans, nella splendida “Keep It On A Burner”.

“Valley Of Heart’s Delight” è un album che profuma di vita on the road, di strade polverose, di radici non facili da sradicare. Anche le pagine più romantiche sono viscerali e struggenti (“Beggar For Your Love”) o intense e delicatamente languide come “With The Middle”.
Un’interessante conferma, dunque, per Margo Cilker nonché uno stimolante album country che ha tutte le qualità per conquistare anche i non fan del genere.

08/09/2023

Tracklist

  1. Lowland Trail
  2. Keep It On A Burner
  3. I Remember Carolina 
  4. Beggar For Your Love
  5. Mother Told Her Mother Told Me
  6. With The Middle
  7. Santa Rosa
  8. Crazy Or Died
  9. Steelhead Trout
  10. Sound And Fury
  11. All Tied Together

Margo Cilker sul web