21/04/2006

Ms John Soda

Covo, Bologna


di Eleonora Grossi
Ms John Soda

Che tutto quello che Micha Hacher tocchi diventa oro, lo sapevamo già. Che Thomas Morr sia una garanzia di fiducia, pure. L’amore che proviamo verso entrambi è ormai inestinguibile, a prova di bomba e di maldicenze. Ci avevano detto che il nuovo lavoro di Acher & Bohm era scarso, e noi avevamo dovuto trovarci d’accordo: “Notes And The Like” rimane un disco piccolo piccolo, se lasciamo da parte un paio di pezzi fortunati. Ma strenuamente abbiamo continuato a perseguire il nostro credo nella Berlin indietronica, ed ecco che il live di stasera al Covo ci regala di nuovo le emozioni di “NO P. Or D.”, ma soprattutto di un filone che i più scettici credevano ormai esaurito.
Il progetto Ms John Soda non è equiparabile a quello Lali Puna, quanto “Notes And Like” non assomiglia al riuscitissimo “Faking The Books”. Ma il live è un’altra cosa.

Già l’anno scorso in occasione della Morr Music Label Night a Berlino avevamo riscontrato la grinta della signora dal synth facile e dai richiami drum’n’bass. Il palco del covo non è quello del Volksbühne, anche se noi al Covo vogliamo tanto bene, e per questo non potevamo aspettarci la stessa energia, ma i tedeschi non ci deludono.
Bellissimo show, in cui perle come “Go Check” splendono da far ballare il tanto e caloroso pubblico. Rivisitazione di basi e pezzi molto più suonati, e per questo più caldi, dalla batteria come un martello a spezzarci il cuore. “Unsleeping” è stato il trionfo e ballando pieni di tristezza, che è l’intruglio preferito della Morr, pensiamo che no, in fondo non ce ne importa che l’ultimo disco di Ms. John Soda sia bruttino, se riescono a trasportarci sull’S Bahn in una notte appena cominciata. Bravi i nostri crucchi.

Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.