La Morte

La Morte

2012 (Anemic Dracula & Corpoc) | spoken, drone, field recordings

Un viaggio letterario tra le molteplici fascinazioni della morte. Un percorso lento e cadenzato come una fiaba di tenebre. Un pellegrinaggio tra prose medievali e moderne, intermezzate da partiture elettroniche e field recordings, per la creatura caduca di Giovanni Succi (Bachi da Pietra) e Riccardo Gamondi (Uochi Toki).
 Un disco nato come piccolo segreto per iniziati.


Solo trecento copie in vinile,  impreziosite e segnate dalle incisioni di Veronica Azzinari (trenta tipi di copertine diverse, per dieci stampe ciascuna), che cercano di rappresentare un “mezzo” completo di trasmissione della parola e dell’immaginario. Un’esperienza artistica chiusa nel limbo di un esperimento per adepti.

Tra minuscole polveri di Alva Noto, mischiate alle ceneri corrotte di registrazioni rotte, stridenti accenni di basso, la voce di Giovanni Succi percorre la sua lenta discesa tra le rovine di una strada antichissima.
 Sottile sussurro rabbioso, lenta litania, preghiera e racconto, la voce si trasforma di volta in volta tra le pieghe di questo corpo nero e putrescente.

Iacopone da Todi, David F. Wallace, Calvino, Sartre e Manzoni sono alcuni dei nomi scelti per disegnare l’architettura emotiva ed estetica di quest’opera. Affine alle “Cento Giornate di Sodoma” pasoliniane, alla ricerca di corrispondenze con il mondo decadente e marcio dei “Fleurs du Mal”, “La Morte” perseguita un’eleganza oscura.  I droni e gli insetti elettronici creati da Gamondi riescono a perpetuare e ri-suonare le parole di Succi e donare una forma quasi materiale, spaziale, a un luogo di puro intelletto.

Un disco difficile, e da apprezzare per i suoi misteri. Sicuramente un esperimento di poesia-musica già perpetrato nel teatro e non solo, ma affascinante per la lucida follia che lo avvolge.

(12/11/2012)

  • Tracklist
  1. L'Occhio Medico
  2. Due Ore Di Vita
  3. Subito!
  4. Caduta è La Carne
  5. In Un Cielo Vuoto
  6. Nel Cielo Di Un Ordine Immobile
  7. La Vita è Finita
  8. Chi L'Avrebbe Mai Immaginato


La Morte on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.