Current 93

Current 93

Current 93 è un progetto nato a Londra nel 1982, fondato dal musicista e pittore David Michael Bunting alias David Tibet (nato il 5 marzo a Perak, Malesia).
Il collettivo è caratterizzato da uno spiccato eclettismo stilistico che affonda le proprie radici nel folk contaminato da una pletora di fragranze che nella prima fase artistica, partendo dal maestoso esordio "Natural Unveiled" (1982), comprendevano principalmente nozioni provenienti da metal, post-rock e industrial, lavori dall’approccio così poderoso da  influenzare tutta la scena gothic-rock del periodo.

Col passare del tempo la proposta di Tibet e dei suoi Current 93 iniziò a liberarsi di tali ornamenti in favore di un suono parimenti oscuro, ma più organico ed etichettato da autorevoli addetti ai lavori come folk apocalittico o neo-folk, occasionalmente caratterizzato da sinistre vocalità e maggiori invasioni in ambiti acustici e progressive-rock.
Il membro fondatore David Tibet è da sempre l'unica presenza costante. Gli argomenti da lui trattati abbracciano un'ampia varietà di temi religiosi ed esoterici, tra cui escatologia, misticismo, gnosticismo, occultismo e varie riflessioni storico-iconografiche.

Come accennato, la direzione del progetto è da sempre guidata da David Tibet, anche se nei vari dischi pubblicati sono numerosi i legami duraturi stretti con prestigiosi esponenti quali Michael Cashmore, Steven Stapleton dei Nurse With Wound, Douglas Pearce dei Death In June e Steve Ignorant dei Crass, senza dimenticare le importanti collaborazioni con Nick Cave, Bjork e i Coil, solo per citarne alcuni.
Il prolifico corpus di opere editate dai Current 93 ha attirato la significativa attenzione da parte di numerosi musicisti grazie all’ampiezza della gamma proposta che ha da sempre sfidato ogni comoda e immediata catalogazione.

Recensioni di Current 93 su Ondarock

If A City Is Set Upon A Hill

If A City Is Set Upon A Hill

(2022 - HomAleph)

David Tibet lancia qualche flebile barlume di luce tra il pessimismo e la malinconia

The Light Is Leaving Us All

The Light Is Leaving Us All

(2018 - The Spheres)

Poesia e abbandono a una fine ormai prossima nel testo più accessibile di David Tibet

I Am The Last Of All The Field That Fell

I Am The Last Of All The Field That Fell

(2014 - Coptic cat)

Il collettivo del visionario Tibet devia verso mete siderali non prestabilite

Honeysuckle Ăons

Honeysuckle Ăons

(2011 - Coptic Cat)

Le nuove litanie di David Tibet si fanno ancora più scarne e introspettive

Baalstorm, Sing Omega

Baalstorm, Sing Omega

(2010 - Coptic Cat)

Tibet conclude la sua trilogia con un disco di folk visionario, "canonico" ma non per questo poco ispirato ..

Haunted Waves, Moving Graves

Haunted Waves, Moving Graves

(2010 - Coptic Cat)

La terra desolata oltre l'Omega, in una particolare edizione limitata

Aleph At Hallucinatory Mountain

Aleph At Hallucinatory Mountain

(2009 - Durtro)

Il reverendo Tibet in una nuova declamazione spiritata, sotto un cielo rosso sangue

Of Ruine Or Some Blazing Starre

Of Ruine Or Some Blazing Starre

(2007 - Durtro)

Continua l'operazione di ristampa del vecchio catalogo dei Current 93

Black Ships Ate The Sky

Black Ships Ate The Sky

(2006 - Durtro)

Le magiche processioni sepolcrali di David Tibet, attorniato da un supercast

Nature Unveiled

Nature Unveiled

(1984 - Laylah)

Il mitico esordio della creatura di David Tibet, all'insegna di un industrial esoterico

Ultime recensioni su Ondarock

HATER

Sincere

(2022 - Fire)
Accantonate dolcezze da camera e velleità synth-pop, gli svedesi centrano il colpo

LINUS + ěKLAND/VAN HEERTUM/ZACH

Light As Never

(2022 - Aspen Edities)
Un delicato equilibrio tra folk, jazz, minimalismo, musica da camera e improvvisazione

VIERI CERVELLI MONTEL

I

(2022 - Tanca)
Il promettente esordio del cantautore fiorentino e della neonata etichetta di Incani, la Tanca Records ..