Ultravox: Ŕ morto il bassista Chris Cross. Il saluto di Midge Ure: "Addio, vecchio amico, eri il collante che teneva unita la band"

02-04-2024
Ci ha lasciato Chris Cross, lo storico bassista degli Ultravox. È scomparso la scorsa settimana, il 25 marzo, ma la notizia è stata resa nota solo ora. Aveva 71 anni. Nessuna indicazione è stata fornita sulle cause della morte.
Tra i primi a ricordarlo, l'ex-frontman della band britannica, Midge Ure, che ha scritto su Facebook: "Chris Allen. Abbiamo lavorato insieme, abbiamo suonato insieme, fatto musica e diretto video insieme. Siamo stati subito amici e compagni negli Ultravox. Anche dopo anni di distanza, siamo riusciti a riprendere da dove avevamo interrotto, come se gli anni in mezzo non fossero mai esistiti. Eri il collante che teneva unita la band. Eri la logica nella follia e la follia nelle nostre vite. È stato bellissimo conoscerti e crescere insieme a te. Ti abbiamo amato e ci mancherai, vecchio amico". Anche il tastierista Billy Currie ha voluto ricordarlo: "Mi dispiace tanto per Chris. Sono sotto shock. Abbiamo passato dei momenti meravigliosi insieme. Ridendo soprattutto".

midge_600

Cross, nato a Tottenham, Londra, il 14 luglio 1952, è stato bassista negli Ultravox dalla loro nascita fino al loro scioglimento nel 1986, per poi riunirsi al gruppo nel 2008. Per un breve periodo, a metà degli anni 70, utilizzò lo pseudonimo di Chris St. John, quando gli Ultravox ancora si chiamavano Tiger Lily. Il nucleo della band nacque proprio con quel nome nel 1974 a Londra, su iniziativa di John Foxx, assumendo poi il marchio Ultravox! (senza più punto esclamativo dopo i primi due dischi). Del nucleo iniziale fecero parte Billy Currie, Steve Shears, Warren Cann e lo stesso Chris Cross. Con il suo stile semplice che ben si sposava alla parte ritmica di Cann, Cross contribuì non poco a creare il sound elettronico della formazione britannica, sia nella prima fase della sua esperienza, sia in quella successiva, sotto la guida del nuovo frontman Midge Ure (fu anche tra gli autori di "Vienna"): le sue linee di basso si intrecciavano perfettamente con sintetizzatori e batteria forgiando un impasto sonoro unico e inconfondibile. Lavorò anche come psicoterapeuta, dopo il suo primo ritiro nel 1988, conseguentemente allo scioglimento del gruppo.
Nel 2008, con la reunion degli Ultravox, tornò sulle scene, partecipando poi al tour "Return To Eden" e al nuovo album "Brilliant", seguito da un'altra tournée. Al termine di quest'ultima, alla fine del 2013, Chris Cross si ritirò dal mondo della musica e dal mondo dello spettacolo.
Cross ha lasciato un segno indelebile anche come co-regista di alcuni dei video musicali più memorabili degli Ultravox. La sua visione creativa ha dato vita ai paesaggi sonori della band, aggiungendo spunti di narrazione visiva che completavano i loro testi e le loro melodie evocative. Qui sotto, il celebre video di "Lament" (1984).



A ricordare Cross è stato anche John Foxx, fondatore del primo nucleo della band come Ultravox!. Queste le sue parole, diffuse su Facebook:
"È molto triste sentir parlare di Chris Allen aka Chris Cross. Chris è stato il primo membro della band. Entrò al Royal College of Art dove stavo tenendo le audizioni per quello che sarebbe diventato il gruppo Ultravox. Era l'inizio del 1974. Facemmo una breve chiacchierata e lui fu subito coinvolto. Nessuna domanda. Immediatamente coinvolgente e malizioso, oltre ad avere un aspetto maledettamente giusto. Insieme facemmo l'audizione al resto della band.
I loved going around to his place because his entire family were like him - generous, kind, resilient, outgoing, with a down-to-earth sense of humour. His brother Jeff was drummer in another band and their mum guarded her sons like Boadicea, standing at the front door, arms folded and immovable when neighbours tried to protest about the live music belting out from their council house in Tottenham.
Chris was a solid, agile bass player with a fondness for dub and avant-rock, but much more - he had great curiosity, loved investigating new sounds and technologies and was always out for adventure. When we dived into Electronics he was the first bass player of that era to use a Minimoog synthesiser and he also contributed sonic ideas from his innovative use of an early EMS synthi.
You could always rely on him to diffuse a difficult situation with humour and was one of the very few completely unmalicious people I’ve ever known. Later, I realised Chris was the only one of us who might be judged properly sane - no surprise he became so central to the next phase of Ultravox".
(John Foxx).

Sul profilo ufficiale della band, invece, è apparso questo ricordo:
"Devastating news this morning, with Midge’s announcement that Chris Allen (aka Chris Cross) has passed away, aged just 71. Chris was a sweet, kind and funny man who continually exuded a sense of peace and calm. He would welcome you into his home with a cup of tea, a big smile and bigger hug, and happily chat for hours about life, the universe and everything (oh and a bit of Ultravox). You’re never quite prepared for the loss of a childhood hero, and this hurts. Rest in peace, my friend. Thank you for the music. Thank you more for your friendship. My love and condolences to your friends and family".