Ellen Allien & Apparat

Orchestra Of Bubbles

2006 (bpitch control) | elettronica

Ellen Allien, Sascha Ring aka Apparat: due dei massimi esponenti della musica elettronica club-oriented di questo primo decennio dei 00s in un progetto a quattro mani che apre in maniera positiva un 2006 che si preannuncia gustoso per quanto riguarda la scena elettronica europea e internazionale.

Tutto è sospeso in quel limbo che include sperimentazione e tradizione, in quel piccolo mondo che ingloba in sé le lezioni dei maestri per proiettarle in un clima tipicamente post-moderno e futuristico, sotto l’egida di un minimalismo ambient sempre più stile del momento.
Le suggestioni sono molteplici e diverse che si stendono sul tessuto del disco come una complessa pittura di suoni: dalla immediatezza techno di "Turbo Dreams", "Jet" e "Floating Points" alle suadenti parti vocali su basi electro-ambient di "Way Out", "Bubbles" e "Leave Me Alone", passando per i minimalismi fra Plastikman e Kraftwerk di "Under" e "Retina" e le sperimentazioni libere di "Metric" e "Do Not Break", concludendosi nella delicata composizione ambientale "Edison", in cui chiari sembrano gli echi della fiorente scena indie-tronica.

Un disco pieno di spunti, coinvolgente, che concilia nella sua struttura stili e influenze diverse in un amalgama delicato e deciso allo stesso momento, che riesce nella notevole impresa di non risultare mai noioso e stantio.

(28/02/2006)

  • Tracklist
  1. Turbo Dreams
  2. Way Out
  3. Retina
  4. Rotary
  5. Jet
  6. Sleepless
  7. Metric
  8. Floating Points
  9. Under
  10. Do Not Break
  11. Leave Me Alone
  12. Edison
  13. Bubbles
Ellen Allien & Apparat on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.