Winter Family

Winter Family

2007 (Sub Rosa) | modern classical, sacral-drone, spoken poetry

Meno tortuoso del suo successore, questo esordio del duo franco-israeliano possiede già un fascino magnetico. Intimo e malinconico, aperto dall’austera meditazione di “Salted Slug”, “Winter Family” è sostanzialmente un disco per pianoforte e voce, con le narrazioni sofferte e tenebrose della Rosenthal sostenute dal tocco delicato e “spirituale” di Klaine (“You Wish”, “Just Like We Said”, i tocchi smarriti ma guidati da un flebile stupore della title track e quelli rarefatti di “Ray Of Light/No Bad Animals”), capace, comunque, anche di un certo brio, quando serve (si veda, per esempio, “Auschwitz”, “terribile” rievocazione dell’olocausto, filtrato dagli occhi innocenti di una bambina:”I had one special toy / It was a see-through bubble (…)And inside that bubble, there was / a small fence with a little gate / that behind it there were small houses (…)In those houses lived the tiniest people / It was hard to see and there was a strange thing about them: / These people were dying…”).

Evocativo e non di rado sfuggente, l’affresco del duo opera anche in direzione verticale, lasciando collidere la stasi del drone con il brivido angoscioso della confessione (“Psaume”) o la solennità della musica sacra con la teatralità del “gesto” vocale (“Nous Les Vivants”). Dal canto suo, “So Soon” è prima musica da camera spettrale e malinconica, poi solenne, devozionale ascesa. Un’ascesa che non culmina nella rivelazione quanto, piuttosto, in un isolamento terrificante, dove la voce, lungo la linea dell’orizzonte che separa il cielo dal deserto, recita orazioni privatissime accompagnata dalla fiamma tremante di un organo (“République”).

Tutto ciò che resta è un pianoforte e una voce che si scambiano il proprio dolore, pronti a esorcizzare altre manifestazioni del male.

(07/10/2011)

  • Tracklist
Cd 1
1. Salted Slug    
2. Garden    
3. Auschwitz         
4. Psaume         
5. So Soon         
6. Nous les vivants         
7. You Wish

Cd 2
1. Just Like We Said         
2. Ray of Light/No Bad Animals         
3. So Soon         
4. Winter Family         
5. République         
6. New Sun         
7. Golden Sword
Winter Family su OndaRock
Recensioni

WINTER FAMILY

South From Here

(2017 - Icy D'Ailleurs)
Terza tappa, la più movimentata, per il duo franco-israeliano

WINTER FAMILY

Red Sugar

(2011 - Sub Rosa)
Ruth Rosenthal e Xavier Klaine in un ipnotico e poetico connubio di modern classical, drone e spoken ..

Winter Family on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.