Giuseppe Ielasi

15tapes

2010 (Senufo Editions) | glitch, elettroacustica

Cosa c’è di interessante in “15 Tapes” di Giuseppe Ielasi? Cosa c’è, mi chiedo, al di là delle sterili riflessioni pseudo-filosofiche con cui si potrebbe cercare di mettere a tacere quella vocina stridula che, insistentemente, ci dice: "è tutta una presa in giro"? Quindici composizioni scheletriche, prive di forma definita, in cui troneggia la voglia di scomporre il suono in tanti microcosmi, in tanti meandri di senso. E, allora, vai di pulsazioni glitch, scatti febbrili, meccaniche concretiste, barlumi sfasati di una mente alla continua ricerca di forme in cui costringere la realtà. L’ascolto è noiosissimo. Noia amplificata dalla sensazione che i brani si passino il testimone senza starci troppo a pensare. In fondo, si potrebbe sostenere che, se al posto di Ielasi (che, comunque la si voglia pensare, un “nome” se l’è fatto) ci fosse stato un qualunque nerd armato di buona volontà, nessuno avrebbe alzato la voce.
Lo specchio dei tempi.

(11/08/2010)

  • Tracklist
1. untitled
2. untitled
3. untitled
4. untitled
5. untitled
6. untitled
7. untitled
8. untitled
9. untitled
10. untitled
11. untitled
12. untitled
13. untitled
14. untitled
15. untitled
Giuseppe Ielasi su OndaRock
Recensioni

GIUSEPPE IELASI

Aix

(2009 - 12k)
Tessiture ritmiche e smerigliature timbriche nel nuovo lavoro del musicista milanese

Giuseppe Ielasi on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.