Negazione

Il Giorno del Sole (book+cd)

2012 (Shake) | hardcore punk

La scena hard-core italiana non sarebbe stata quell’enorme esperimento sociale, culturale e musicale che è stato senza l’apporto attitudinale e artistico dei Negazione. 
Capaci di fondere nelle proprie rabbiose e grezze note una forza emotiva, sovversiva e simbolica di rara intensità, i torinesi sono riusciti a non fermarsi mai per otto-nove anni di furiosa attività live e discografica.
Attraversando l’Europa di allora, di passaggio da uno squat all’altro, incidendo in Olanda in studi di registrazione indipendenti e ricavati da edifici abbandonati, crescendo e cercando di comprendere sempre di più il mondo attorno a sé, i Negazione sono stati in parte anche questo. 

“Il Giorno del Sole” vuole congiungere inizio e fine, permettendoci di entrare dentro una stretta finestra della storia della band, quei tre anni e qualcosa di mezzo (‘84-‘88), in cui il progetto è cresciuto e andato rafforzandosi con la sua formazione storica: Zazzo (voce), Tax (chitarra). Marco (basso), Fabri (batteria).

Il libro della Shake è un diario, una storia informale di questo periodo. Vecchie foto in bianco e nero, piccole confessioni e retroscena di una storia sicuramente più complessa e tortuosa, ma che trova in questa cinquantina di pagine il fascino di un racconto fra amici, senza fronzoli o nostalgie inutili, in una diretta empatia.

Di pari passo il disco raccoglie in sé interamente l’Lp “Lo Spirito Continua” (1986) e il 7”Ep utoprodotto “Condannati a Morte nel Vostro Quieto Vivere” (1985), la traccia “Il Giorno del Sole” è l’unica testimonianza di “Little Dreamer” (Lp, 1988), penultimo disco della band e l’ultimo con il batterista Fabri dietro le pelli.


Un percorso cronologico dalla fine all’inizio in cui troviamo il suono dei Negazione farsi sempre più personale e furioso, capace di mischiare l’attitudine trasher nell’hardcore punk più veloce, senza lesinare importanza a un elemento fondamentale: i testi.

La rabbia contro la felicità di plastica della società consumista di “Noi”, la reazione contro il nichilismo disilluso in “Niente”, il rifiuto di eccessi, droghe, dipendenze nella filo-straight edge “Diritto Contro Un Muro”, la pazzia e oniricità di “Lasciami Stare” sono solo alcuni esempi di come l’hardcore più metallico possa unirsi a parole dense di valore etico e sociale. 
Parole che nascevano dall’esperienza dentro la scena, contro i problemi della società del momento e dell’uomo di quel periodo storico; raccolte trascritte su quello che capitava, dove capitava, con semplicità e senza una forma politica rigida.


Parole dalla pelle verso la pelle, al di fuori delle semplicistiche invettive punk, dentro un’opposizione attiva; parole con le quali la band di Torino ha rappresentato bene lo spirito della scena, dei suoi tempi. Uno spirito che cerca di continuare, ancora, dentro le parole, oltre che nei suoni.

(17/11/2012)

  • Tracklist
  1. Il Giorno Del Sole
  2. La Vittoria Della Sconfitta
  3. Lasciami Stare
  4. Thinkin' Of Somebody Else
  5. Diritto Contro Un Muro
  6. Niente
  7. Un Amaro Sorriso
  8. Straight and Rebel
  9. Qualcosa Scompare
  10. Lei Ha Bisogno Di Qualcuno Che La Guardi
  11. Lo Spirito Continua
  12. Noi
  13. Cannibale
  14. Tutto Dentro
  15. Ancora Qui
  16. Incubo Di Morte
Negazione on web