Pins

Girls Like Us

2013 (Bella Union) | post-pop-punk

Continua la scia del revival post-punk in terra d'Albione: dopo il successo di "Silence Yourself" delle oscure Savages (candidato al Mercury Prize 2013) è la volta delle esordienti Pins che, scritturate dalla storica Bella Union, fuoriescono con "Girls Like Us".
Sottolineare che il prodotto non sia nulla di eccezionalmente innovativo è clausola, mentre denotare una certa logicità e buon senso nello scorrere dell'ascolto è promessa.

La band interamente al femminile e capeggiata dalla voce siouxsiana di Faith Holgate si marchia del segno della schiettezza e dell'inconfonfodibile pervasività di un femminismo contemporaneo, come testimoniato dal titolo dell'album: "Ragazze come noi; ma noi chi?".
Le quattro di Manchester, amanti di Hole e Debussy, stilano linee melodiche semplici e dirette, discontinuativamente sorrette dalle vocalità della Holgate che, su lungo periodo, risulta ripetitiva e importuna.

Le incursioni facilmente riconoscibili sono ibridi de Joy Division e Siouxsie & The Banshees ("Howlin'", "Girls Like Us") tra chitarre fondenti e bassi brontoloni ("Mad For You", "I Want It All"); pur senza ammissione diretta è ben udibile la deriva punk a-la Ramones di "Waiting for The End" e "The Darkest Day" oppure le cornici psichedeliche di Jesus & Mary Chain pur sempre avvolte nell'ululata atmosfera creata dall'ugola Holgate.

Pur non essendo particolarmente pregno di eclettismo, questo primo della post-pop-punk band inglese si dimostra un lavoro sufficiente, una basilare prova per future e più strutturate costruzioni artistiche.

(11/10/2013)

  • Tracklist
  1. It's On
  2. Girls Like Us
  3. Mad For You
  4. Get With Me
  5. Play With Fire
  6. I Want It All
  7. Waiting For The End
  8. Howlin'
  9. Lost Lost Lost
  10. Velvet Morning
  11. Stay True
  12. To You
  13. The Darkest Day






Pins su OndaRock
Recensioni

PINS

Wild Nights

(2015 - Bella Union)
Le giovani rocker inglesi impegnate in un difficile secondo atto

News
Pins on web