Alabama Shakes

Sound & Color

2015 (Ato) | soul-rock, southern rock, blues-rock

Rintuzzare un esordio esplosivo è già una cosa parecchio complicata; se poi arrivi a suonare di fronte agli Obama alla Casa Bianca dopo un solo disco pubblicato, lo studio di registrazione potrebbe cominciare a sembrarti più opprimente e angusto del solito.
Tutte cose che non sembrano sfiorare neanche di striscio Brittany Howard e la sua compagnia di bianchi barbuti, che in “Sound & Color” riescono anzi a distanziarsi dalle bordate steroidee di “Boys & Girls”, pubblicando un disco orgogliosamente poco immediato, fondato sì sulle evoluzioni vocali della Howard ma con un range assai più vasto, uno snodarsi di movenze sensuali - se non esplicitamente erotiche - assecondate dal meno incendiario e più suggestivo accompagnamento strumentale (“Gemini”). Anche quando flirtano col revival soul più diretto (il crescendo vocale di “Miss You”) l’intercalare dei diversi momenti musicali mostra decisamente più pretese, pur mancando sempre idee che vadano oltre la pura progressione muscolare e il banale alternarsi quiet-loud.

Sul piano della scrittura, il tutto appare ancora abbastanza grezzo e approssimativo, quando non giocato su cliché blues-rock di stampo Black Keys (“Don’t Wanna Fight”) senza la loro ironia. Il contraltare con la seriosità impeccabile dell’esecuzione (“Gimme All Your Love”) è piuttosto impietoso, e il risultato è spesso quello del sottofondo d’autore (“Guess Who”).
Ciononostante il tentativo di ampliare il proprio spettro espressivo è notevole, anche se con risultati alterni (gli Strokes di “Shoegaze” meglio del punk di “The Greatest”). Ciò che rimane maggiormente è forse la carica erotica del disco (“Gemini”, la title track), che si esalta nel “puritanesimo” del panorama indipendente.

Tutto sommato niente di cui possa rimanere traccia, come già rimarcato anche da chi aveva salutato “Boys & Girls” come il miracolo del revival soul degli ultimi anni. Forse meglio però un qualsiasi disco, anche di quelli vituperati, dei Kings Of Leon, che almeno cercavano di scrivere delle canzoni.

(23/05/2015)



  • Tracklist
  1. Sound And Color
  2. Don't Wanna Fight
  3. Dunes
  4. Future People
  5. Gimme All Your Love
  6. This Feeling
  7. Guess Who
  8. The Greatest
  9. Shoegaze
  10. Miss You
  11. Gemini
  12. Over My Head
Alabama Shakes su OndaRock
Recensioni

ALABAMA SHAKES

Boys & Girls

(2012 - ATO / Rough Trade)
Cresce l'hype intorno alla band di Brittany Howard, una nuova Janis Joplin

News
Alabama Shakes on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.