Mambassa

Non avere paura

2015 (Believe Digital) | alt-pop

Vent’anni di carriera, ed eccoli qua, non consumati dal tempo che inesorabilmente è trascorso: i piemontesi Mambassa, da Bra, provincia di Cuneo, a due passi dai Marlene Kuntz ma molto diversi da loro, tornano con il sesto lavoro della propria carriera.
“Non avere paura” è un disco dalle striature fortemente cantautorali, costruito su introspezioni intarsiate sopra un tessuto musicale alt-pop sapientemente arrangiato.

Tutto è molto orecchiabile, a presa rapida, sin dalle prime note di “Melancholia”, in una scrittura che si è cementata negli anni intorno agli slanci dei membri fondatori Fabrizio Napoli e Stefano Sardo.
Otto canzoni, otto piccole storie personali, che raggiungono il vertice più alto in “L’altro”, il racconto di una situazione a tre con una riuscitissima coda strumentale, che fa il paio con quella di “Niente paura”: in entrambi i casi sono le chitarre a prendere il centro della scena e a regalare le emozioni più forti del disco.

La seconda parte dell’album si presenta più intimista, i toni si fanno ancor più pacati e regna costante un’atmosfera elegante e raffinata, come nel caso della dolcissima lunare “Dormi con me” e della struggente conclusiva "Rumblefish", con tanto di archi a impreziosire la scena.
“Non avere paura” è un album che si presenta all’ascoltatore con grande discrezione, realizzato da una band preparata, che forse ha già dato il meglio di sé in passato, ma che è bello avere ancora qui accanto, perché di canzoni semplici e ben costruite c’è sempre tanto bisogno.

(16/12/2015)

  • Tracklist
  1. Melancholia
  2. Niente paura
  3. Il centro dell'universo
  4. L'altro
  5. Dormi con me
  6. Particelle
  7. Una relazione
  8. Rumblefish
Mambassa on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.