Fursaxa

Immured

2016 (Sloow Tapes) | free-folk

Trecento copie in vinile per questo ritorno di Tara Burke, una delle principali sacerdotesse di quel free-folk che alcuni anni fa ebbe modo di regalarci dischi di un certo spessore, tra cui proprio quel “Kobold Moon” che della musicista americana resta vetta insuperata.

“Immured” è opera che arriva dopo ben sei anni di pausa e ci riconsegna un’artista purtroppo poco ispirata, appiattita su soluzioni manieriste che solo attraverso brevissime illuminazioni rendono giustizia a una carriera di tutto rispetto. Le influenze del minimalismo, della musica medievale e rinascimentale, come ricordano anche le note di pubblicazione, restano il baricentro attorno cui Fursaxa imbastisce partiture fragili e sfuggenti, sospese tra l’incanto di un’eternità tutta interiore (“Ancient Anodyne”, “Triptych”), la ricerca di un flusso sonoro di inesprimibile magia (“Concertina”) e stratificazioni di voci che si rimpallano arcani da profondità abissali (“Outside The Cloister Walls”).
Il contrasto tra luce ed ombra, che è alla base dell’immagine di copertina, resta elemento fondante di una musica che risale evidentemente fino alla sorgente dell’indimenticata Nico, producendosi in soluzioni che, ad esempio nell’accoppiata “Yksi”/” Troglodytes”, eludono il sentiero di una drone music fine a se stessa, per ricercare squilibri e suggerire sfumature di mondi ulteriori, anche se l’eccessiva monoliticità del tutto finisce per vanificare gli sforzi.

Altrove, invece, emergono echi di rituali primordiali (“Standing Stone”), i fantasmi vocali diventano sempre più spettrali (“Sardonyx”) e il free-folk si trasforma in radiazione ultravioletta, sostituendo l’incanto con una buona dose di angoscia senza fine (“Serpents Twisted”). Ma sono tratteggi appena sufficienti, lontani dai momenti migliori della Nostra.

(31/03/2016)

  • Tracklist
  1. Moon in Cancer
  2. Ancient Anodyne
  3. Concertina
  4. Outside the Cloister Walls
  5. Yksi
  6. Troglodytes
  7. Standing Stone
  8. Triptych
  9. A Pomeranian Rite
  10. Sardonyx
  11. In Between
  12. Serpents Twisted
Fursaxa su OndaRock
Recensioni

FURSAXA

Mycorrhizae Realm

(2010 - ATP Recordings)
Una sequenza di spettrali elegie nel ritorno di Tara Burke

FURSAXA

Kobold Moon

(2008 - Sylph)
Lo spettrale soliloquio dell'anima di Tara Burke

FURSAXA

Alone In The Dark Wood

(2007 - Eclipse)

Free-folk, mistero e redenzione nel nuovo disco di Tara Burke

FURSAXA

Lepidoptera

(2005 - ATP Recordings)

Fursaxa on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.