The Explorers Club

To Sing And Be Born Again

2020 (Goldstar) | beat, sixties pop

Dieci canzoni, dieci cifre espressive che per Jason Brewer rappresentano la fonte d’ispirazione del percorso intrapreso con The Explorers Club. “To Sing And Be Born Again” è il pregevole compendio al quarto disco della band, pubblicato in sincrono per rafforzare l’effetto deja-vu del fratello gemello, quest'ultimo composto da canzoni originali della band americana.
La perfezione raggiunta da Brewer è ancora più evidente in quest’avventurosa e rischiosa prova discografica. Raro caso di stile e raffinatezza, l’album di cover di The Explorer Club non tradisce né lo spirito degli originali né la cura dei dettagli che resero famose canzoni come "Quinn The Eskimo (The Mighty Quinn)", pezzo di Bob Dylan portato al successo da Manfred Mann, o la gemma bubblegum “I Wonder What She's Doing Tonight” di Boyce And Hart.

Esemplare anche la versione di “This Guy's In Love With You“ di Burt Bacharach (orchestrazione perfino più vintage dell’originale) e di “The Sun Ain't Gonna Shine Anymore”, qui restituita alla lettura più naif di Frankie Valli, senza però dimenticare quei Walker Brothers che la resero famosa in tutto il mondo.
Un’attenzione particolare va offerta alle meno note - ma apprezzate dai cultori del beat e del pop - “Can't Find The Time” degli Orpheus e “Roses And Rainbows” di Danny Hutton (di lì a breve nei Three Dog Night), nonché a quei successi pop beat che non hanno avuto molta fortuna in Italia, in particolare la briosa “Kicks” di Paul Revere and the Raiders.

Il processo d’emulazione messo in atto da Jason Brewer è sempre più vicino a quella perfezione da mago delle tecniche di registrazione che Todd Rundgren portò agli estremi con risultati eccellenti. Cosa riserva il futuro alla band è ora un mistero, ma l’abilità nel reinventare e rimodellare il passato da parte di The Explorers Club, o meglio da parte del leader e unico membro stabile, potrebbe ancora riservare sorprese e curiosità stimolanti. Nel frattempo vi consiglio di dare un orecchio anche al progetto principale composto da canzoni originali in chiave vintage.

(22/07/2020)



  • Tracklist
  1. I Wonder What She's Doing Tonite
  2. She'd Rather Be With Me
  3. Roses And Rainbows
  4. Kicks
  5. Quinn the Eskimo (The Mighty Quinn)
  6. Maybe After He's Gone
  7. Can't Find The Time
  8. Didn't Want To Have To Do It
  9. This Guy's In Love With You
  10. The Sun Ain't Gonna Shine Anymore




The Explorers Club su OndaRock
Recensioni

THE EXPLORERS CLUB

The Explorers Club

(2020 - Goldstar)
La perfezione dell'effetto retrò nel quarto disco della band americana

THE EXPLORERS CLUB

Together

(2016 - Goldstar Recordings)
Un passo avanti per la band americana innamorata dei Beach Boys

THE EXPLORERS CLUB

Grand Hotel

(2012 - Rock Ridge Music)
Dopo i fasti dell'esordio, torna il gruppo che ha fatto innamorare i fan dei Beach Boys

THE EXPLORERS CLUB

Freedom Wind

(2008 - Dead Oceans)
Immaginoso esordio di un sestetto pop sotto il segno di Brian Wilson

The Explorers Club on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.