Kyron

Ascending Plume Of Faces

2021 (Library Of The Occult) | library, hauntology

Goth, dark, death-rock, un lessico dell'occulto che trova radici nella caduta dell'Impero Romano d'Occidente, invaso dai popoli barbari e pagani (i goti in particolare), o in quel misto di nostalgia per l'architettura medievale e per il romanzo gotico che ha in Horace Walpole il padre putativo. Una terminologia altresì associata all'orrore, al soprannaturale, alla morbosa attrazione per l'oscuro e per le sottoculture. Questi epicentri ideologici gravitazionali e fungibili, hanno permesso alla cultura dark-goth di adattarsi all'evolversi dell'arte moderna e contemporanea, non esiste ambito creativo che non abbia intercettato il culto dell'oscurità e delle tenebre: cinema, letteratura, pittura, moda e perfino la religione.

La library music è un'arte della composizione che mette in relazione il suono con le immagini, è il sottofondo che a volte caratterizza uno spot tv, è un jingle radiofonico, è una colonna sonora fatta di frammenti, vignette, un bislacco insieme di quiete armonie folk, elettronica da consumo, pragmatismo orchestrale, intermezzi di piano e strumenti elettronici decontestualizzati.
Occulto e library music sono da sempre connessi, intrecciati, al punto da coinvolgere nella loro evoluzione storica anche la versione nostrana, quella che il regista James Cargill e la band dei Broadcast misero al centro del progetto "Berberian Sound Studio".
Già leader dei portoghesi Beautify Junkyards, João Branco Kyron coltiva da sempre una passione per l'occulto, e ora, grazie all'etichetta Library Of The Occult, approda al secondo album solista sotto il nome di Kyron con un'inquietante e suggestiva raccolta di musica hauntology: "Ascending Plume Of Faces".
La splendida copertina, nonché il poster e la fanzine inclusa nell'edizione limitata in vinile, sono opera dell'illustratore e artista grafico inglese Nick Taylor (consiglio vivamente una visita al blog dell'autore: The dream-machine), una perfetta cornice per l'album del musicista portoghese, manifestamente ispirato al lavoro e alla vita dell'artista e occultista Austin Osman Spare.

Il nuovo disco di Kyron riprende e amplia le tematiche del precedente album solista "Starlit Remembrance". L'intensità e la forza descrittiva delle tredici tracce è parimenti drammatica, nebulosa, arcana, la fascinazione dei racconti e dei vecchi film di fantascienza è percepibile in ogni anfratto di questi trentotto minuti di terrore sonoro dal gusto lievemente naif.
È il trionfo della musica analogica e dell'elettronica primigenia come fonte di suggestioni per un ipotetico futuro. Una sequenza di eccellenti temi lirici per un film dell'orrore anni 70 (i tre movimenti di "The Allegory I"), tra citazioni dei Tangerine Dream era "Ricochet" ("Zos Kia"), omaggi al pioniere della musica elettronica Mort Garson ("Blindness Unmasked", "Intemperance") e raffinati collage monocromatici ("Monograms Of Thought").
Non mancano accenni al post-rock ("The Dwellers At The Gate Of Silent Memory") ma anche alla cinematografia porno-soft ("The Feast Of The Supersensualist"), nonché alle interazioni tra sex-movie e horror-movie ("Youth Unmasks") e all'universo letterario su occultismo e streghe ("Stealing The Fire From Heaven").

Costante e vivida la sensazione di smarrimento e terrore che accompagna l'ascolto di "Ascending Plume Of Faces". Sarà merito della cura maniacale dei suoni, della qualità delle composizioni, o della profondità delle ambientazioni che risentono della passione del musicista per la psichedelia e per l'arte vintage ("Re-remembering", "Vision Through The Sense Of Touch"), questa nuova incursione nella library music da parte del musicista portoghese non ha il carattere dell'estemporaneità, quanto di una solenne celebrazione del potere dell'immaginazione sulla realtà. Un piccolo gioiellino da custodire con cura.

(20/11/2021)

  • Tracklist
  1. Youth Unmasks
  2. Stealing The Fire From Heaven
  3. Zos Kia
  4. The Allegory I
  5. Blindness Unmasked
  6. The Allegory II
  7. The Feast Of The Supersensualists
  8. The Dwellers At The Gate Of Silent Memory
  9. The Allegory III
  10. Intemperance
  11. Monograms Of Thought
  12. Re-remembering
  13. Vision Through The Sense Of Touch
Kyron su OndaRock
Recensioni

KYRON

Starlit Remembrance

(2020 - Miracle Pond)
Pubblicata solo in cassetta un'interessante raccolta di musica da film del leader dei Beautify Junkyards ..

Kyron on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.