Mogwai

As The Love Continues

2021 (Rock Action) | post-rock, alt-rock

Con cinque lustri di carriera e dieci (con questo "As The Love Continues") Lp alle spalle, gli scozzesi Mogwai sono ormai da considerarsi la più grande istituzione post-rock in attività - certo, ci sarebbe da tener presente i Godspeed You Black Emperor! che però, data la loro natura ancora più schiva, arrivano certamente a un pubblico più ristretto. Molto probabilmente coscienti delle possibilità, non di certo infinte, del genere praticato e del suo essere oggigiorno fuori moda, i Mogwai hanno di recente diradato le proprie uscite discografiche concentrandosi su altro; realizzando, ad esempio, tra gli ultimi due dischi, altrettante colonne sonore (per il film "Kin" e per la serie di Saviano e Sollima "ZeroZeroZero"). La ritrosia a pubblicare dischi al ritmo di un tempo gioca chiaramente a favore dell'attesa e del clamore che si genera attorno ai loro lavori, come nel caso dell'attesissimo "As The Love Continues".

Diciamolo subito: l'opera numero dieci dei goblin scozzesi del post-rock è la migliore da tanto tempo a questa parte. Il suo suonare come una specie di rassegna di topos sonori e trucchi della formazione, organizzati in una parata di undici brani ispirati e disomogenei, genera così tanto entusiasmo che a un primo ascolto il disco esalta forse ancor più di quanto dovrebbe. Questa volta, in effetti, Braithwaite e i suoi manigoldi sono stati un po’ ruffiani, ma in "As The Love Continues" certe ascensioni sono così verticali e certi fondali così profondi e pregiati, che il grazioso inganno li fa accogliere col sorriso dei bambini che continuano ad aspettare Babbo Natale pur sapendo di chi si tratti davvero.

L'opener ("To The Bin My Friend, Tonight We Vacate Earth") è una lenta ambientazione atmosferica da scafati compositori di colonne sonore: sfondo sintetico fuligginoso, solenni rintocchi di pianoforte e poi, quando la tensione è palpabile, giù di wall of noise chitarristico, reso sfavillante dalle soffiate dell'organo di John Cummings. Si prosegue alla volta della sbrilluccicante "Dry Fantasy" passando per l'elettronica da videogame di "Here We, Here We, Here We Go Forever", che continua l'interessante lavoro ritmico e sintetico intrapreso con il sottovalutato "Rave Tapes" del 2014.
Praticamente un'incursione cantata e dolente nell'alternative-rock melodico degli anni 90, "Ritchie Sacramento" si candida a miglior canzone in senso letterale della band. Il brano ha un impatto e una rotondità strutturale tali da far pensare che la band abbia battuto questo territorio davvero troppo poco. Insomma, una roba che a numerosi fan di "Take Me Somewhere Nice" farà ritoccare le proprie playlist. Riff decisamente poco post e molto alt animano anche l'adrenalinica "Ceiling Granny", che tra immersioni a capofitto nei flanger e bordate di rumore non concede riparo o sosta.

Anche "Drive The Nail" è bella violenta e in quanto tale offre il suo meglio a decibel aumentati; mentre "Fuck Off Money" è un invito vocoderato a immergersi in profondità oceaniche dove gorgheggiano occulti sintetizzatori e chitarre in tormenta. Con le sue chitarre che sgommano tra un fiorire barocco di archi e tastiere, "Midnight Flit" è un altro highlight del disco, nonché una riprova dell'assenza conclamata di barriere nell'ispirazione della band.
Chiude l'album un trittico di brani più raccolti e paesaggistici, dove sono i dettagli e le finiture a stupire invece del consueto rollercoaster emozionale reso proverbiale dalle dinamiche quiet-loud della formazione.

Rispetto ai loro standard, i Mogwai di "As The Love Continues" sono molto immediati, rinunciano a costruzioni lente e per accumulo, puntando invece tutto sulla potenza dirompente delle idee e della loro messa in atto. Non fosse per la grande varietà di soluzioni in campo, questo approccio ricorderebbe il ruggente "Mr. Beast" del 2006.

(24/02/2021)

  • Tracklist
  1. To the Bin My Friend, Tonight We Vacate Earth
  2. Here We, Here We, Here We Go Forever
  3. Dry Fantasy
  4. Ritchie Sacramento
  5. Drive the Nail
  6. Fuck Off Money
  7. Ceiling Granny
  8. Midnight Flit
  9. Pat Stains
  10. Supposedly, We Were Nightmares
  11. It's What I Want to Do, Mum


Mogwai su OndaRock
Recensioni

MOGWAI

ZeroZeroZero (OST)

(2020 - Rock Action)
La colonna sonora della serie ideata da Roberto Saviano, ad opera della storica band scozzese

MOGWAI

Kin (OST)

(2018 - Rock Action Records)
Nuova colonna sonora per gli alfieri del post-rock scozzese

MOGWAI

Every Country's Sun

(2017 - Rock Action Records)
Nono album per gli alfieri del post-rock melodico

MOGWAI

Atomic

(2016 - Temporary Residence / Rock Action)
Ennesima riuscita soundtrack per la band post-rock scozzese

MOGWAI

Rave Tapes

(2014 - Rock Action/ Sub Pop)
Dall'impeto della tempesta alla quiete apparente del sogno: la "nuova via" del quintetto scozzese apre ..

MOGWAI

Les Revenants

(2013 - Rock Action)
Il tardivo incontro tra i Mogwai e il mondo delle colonne sonore, per una grande serie francese

MOGWAI

A Wrenched Virile Lore

(2012 - Rock Action / Sub Pop)
Una sorprendente raccolta di remix dall'ultimo album del quintetto scozzese

MOGWAI

Hardcore Will Never Die, But You Will

(2011 - Rock Action / Sub Pop)
Lampi di immutata classe e segnali di un ottimo invecchiamento nel settimo album degli scozzesi

MOGWAI

Earth Division Ep

(2011 - Rock Action)
Quattro brani eterogenei soddisfano la voglia di stupire della band scozzese

MOGWAI

The Hawk Is Howling

(2008 - Matador)
La band scozzese rispolvera le sue sonorità originarie e romantiche

MOGWAI

Mr. Beast

(2006 - Rock Action / PIAS)

MOGWAI

Happy Songs For Happy People

(2003 - Rock Action / PIAS)

MOGWAI

Rock Action

(2001 - Southpaw / PIAS)

MOGWAI

Young Team

(1997 - Chemikal Underground, Jetset)
Il "kolossal da cameretta" con cui la band scozzese aprì una nuova via al post-rock

News
Live Report
Mogwai on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.