Vaccines

Back In Love City

2021 (AWAL / Sony) | pop, rock

Still remember falling in love with you, America (America)
Hamburger, Adventure Land, America (America)
I'm not giving up on my love for you, America (America)
Favourite bands and Spider-Man, America (America)

Cantano i Vaccines in “Heart Land”: dagli “English Graffiti” agli American Graffiti. Se l'“impacchettamento” grafico e video lasciava presagire una deriva in territori retro-wave – una scelta presa da molte band indie e mainstream negli ultimi anni, con esiti spesso deplorevoli – il gruppo di Justin Hayward-Young non si sposta tanto dai territori sonori di “Combat Sports”. Le canzoni nate a poca distanza dal lavoro del 2018 lasciano da parte la grinta e i puntuali assoli di chitarra che avevano intriso i passaggi più riusciti (“Rolling Stone” su tutti) per perfezionare la miscela pop-rock. Una formula collaudata nel disco dal respiro musicale più vario – ovvero “English Graffiti” – e che in “Combat Sports” sfociava con "Your Love Is My Favourite Band" in lande pop prossime ai Phoenix.

Se il disco precedente era il momento in cui i componenti si “ritrovavano” come gruppo e cercavano di riportare a galla l'entusiasmo degli esordi, la nuova pubblicazione li presenta in giro per gli Stati Uniti, complice anche il soggiorno a Los Angeles del cantante e chitarrista. “Back In Love City” è stato concepito prima della pandemia, con le conferme di Timothy Lanham alle tastiere e Yoann Intonti alla batteria. Dietro la cabina di regia, al posto di Ross Orton, troviamo Daniel Ledinsly.

Arrivati al giro di boa del quinto disco in dieci anni di carriera, i Vaccines, di ritorno dalla loro cinematografica Love City, ci consegnano un disco di "Morricone indie-rock stuff", citando una recente dichiarazione di Justin Young. Melodie a presa rapida, a volte sporcate dalla vena garage che fin dall'esordio “What Did You Expect From The Vaccines?” del 2011 non ha mai abbandonato la formazione. Così, a ritornelli più radiofonici che mai (“Headphones Baby”) si alternano passaggi più ruggenti, quali “Wanderlust”, “XCT” e “Jump Off The Top”: la classica schitarrata breve e micidiale tipica dei Vaccines. Che poi gli inglesi in certe sonorità e ritmi surf ci sguazzino a meraviglia lo sapevamo da un po', quindi non sorprende tanto un passaggio come “Alone Star”, quanto le lampanti cartoline a stelle e strisce di “El Paso” e “Heart Land”.

(17/09/2021)

  • Tracklist
  1. Back In Love City
  2. Alone Star
  3. Headphones Baby
  4. Wanderlust
  5. Paranormal Romance
  6. El Paso
  7. Jump Off The Top
  8. XCT
  9. Bandit
  10. Peoples Republic Of Desire
  11. Savage
  12. Heart Land
  13. Pink Water Pistols




Vaccines su OndaRock
Recensioni

VACCINES

Combat Sports

(2018 - Columbia)
Superate crisi e dipartite, i Vaccines tornano con un disco energico e vitale

VACCINES

English Graffiti

(2015 - Columbia)
L'atteso ritorno del grintoso quartetto londinese

VACCINES

Come Of Age

(2012 - Columbia)
La band londinese tenta di ripetersi nel temuto (e atteso) secondo disco

VACCINES

What Did You Expect From The Vaccines?

(2011 - Columbia)
Il disco di debutto di uno dei nomi più caldi dell'attuale scena londinese

News
Vaccines on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.