Carlton Melton

Country Ways

2011 (Agitated / Mid-to-late) | space-rock, shoegaze

Qualche anno fa si facevano chiamare Zen Guerrilla e suonavano un garage-rock aggressivo che si ispirava esplicitamente ai grandi classici dell'hard-rock anni 70. Poi hanno cambiato rapidamente nome, line-up e stile: "Country Ways" è il secondo album pubblicato dalla band con il marchio Carlton Melton.

Si tratta fondamentalmente di un incrocio tra la space-psichedelia e le ipnotiche lungaggini della musica ambientale: nella la title track iniziale, che dura venti minuti, il ritmo prodotto da una scarna batteria in lontananza viene completamente sommerso da feedback e delay di chitarra, che si ripetono ossessivi formando di fatto un lungo bordone. Se la solitaria improvvisazione chitarristica di "Harrington Fair" e la rarefatta divagazione alla Brian Eno di "Night Flight" cercano di spezzare la monotematicità dell'opera, le ultime due canzoni chiudono un ideale cerchio: "The One That Got Away" è un baccanale rumoristico in cui le distorsioni sono assolute protagoniste, che si riallaccia al classico "Sister Ray"; la marziale "March Of The Cicadas" è caratterizzata da un intricato tappeto  di effetti shoegaze che insistono su un ritmo lento e incessante, una sorta di canzone doom suonata dagli Spaceman 3.

In molti momenti "Country Ways" è ripetitivo e autoindulgente, ma il quintetto di San Francisco riesce sicuramente nell'obiettivo di sfornare un'opera ossessiva e ipnotica.

(04/11/2011)

  • Tracklist
  1. Country Ways
  2. Full Moon Revisited
  3. Harrington Fair
  4. Use Your Words
  5. Night Flight
  6. The One That Got Away
  7. March Of The Cicadas
Carlton Melton on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.