Nils Rostad

Ujamt / Harmony Hammond

2013 (Solar Ipse) | kraut-rock, weird-folk

Quando si tratta di scovare personaggi misconosciuti, Solar Ipse sale in cattedra. Nils Rostad un personaggio misconosciuto lo è per davvero, al punto che le sue uscite lasciano poche tracce persino nei magazine dediti ai materiali weird. Ristampa dei due lavori usciti separatamente nel 2011 e nel 2012, “Ujamt/ Harmony Hammond” si rivela un ascolto affascinante oltre che ipnotico.

Questo maverick norvegese, che pare saltar fuori direttamente dagli anni Settanta, è fautore di una musica altamente sincretica in cui folk, psichedelia e kraut-rock si mischiano in modo naturale in un impasto così omogeneo che resta difficile discernere i singoli elementi di partenza. Le sue composizioni paiono l’ovvia continuazione dei “Faust Tapes”, o forse si danno come una loro versione leggermente meno schizzata. Meglio ancora, sono paesaggi cosmici dai contorni sfumati che sembrano prefigurare quel suono pre-modernista e ultra-krauto che Richard Youngs ha spesso solo abbozzato.

(31/01/2014)

  • Tracklist
  1. A Hymn
  2. På Fjellet
  3. Bulgarian Ferry
  4. 1979
  5. Hvor Som Helst
  6. Woapp
  7. Oppi
  8. Slaughterhouse
  9. Ut Av Vinduet
  10. Come To Me
  11. Losen
  12. Rallerblues
  13. Ujamt
  14. Songs In One Body
  15. Imp And Family
  16. Svopp
  17. And Here They Come
  18. Ta Av Dyna I Skogen
Nils Rostad on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.