Mai Mai Mai

Delta

2014 (Yerevan Tapes) | industrial, dark-ambient

Toni Cutrone non ci ha messo molto a riprendere il largo. Cinque mesi sono stati più che sufficienti per concepire, plasmare e partorire “Delta”, la seconda tappa del pelagico viaggio attraverso il Mar Egeo. I flussi plastici e siderali di “Theta” appartengono ormai al passato, seppur recentissimo: ora, è il momento di salpare alla conquista della Turchia dalle coste frastagliate del Peloponneso, ribattezzato “Morea” nel XII secolo dai Crociati per via della sua caratteristica forma a foglia di gelso.

I tuoni che riverberano nell'incipit di “Euphróne” gonfiano l'aria di tensione e ingrossano il mare, annunciando l'imminente arrivo di una tempesta elettr(on)ica. Il ritmo dubbato, con echi che provengono dalla lontana Bristol, si infrange contro scogliere di distorsioni laminate e allucinazioni paratribali. Tutto converge in un ordine pianificato da una confusione metronomica.
Nel cielo si aprono squarci di galassie parallele, in cui si scontrano i satelliti di Piero Umiliani e Demdike Stare. “Byzàntion” disvela la (pre)potenza evocativa di oscuri canti sacerdotali, su cui si stratificano i tappeti mediorientali dell'organo di Donato Epiro, primo ospite in ordine di comparsa di “Delta”.

Percussioni ritualistiche, interferenze Moog a nome “Piovs” e droni poderosi sono l'humus depauperato dal quale fioriscono, infine, i boccioli post-nucleari di “Tetraktys” , irrorato dal clarinetto di un'altra gradita guest star, Gianni Giublena Rosacroce (Movie Star Junkies, La Piramide di Sangue), e “Phuge”, il cui gambo si inchina riverente davanti a un'effigie bronzea di Der Blutharsch.

A pubblicare “Delta”, in un'edizione di 500 copie in vinile, ci ha pensato l'etichetta bolognese Yerevan Tapes il 24 maggio, giorno in cui nell'antica Grecia ricorrevano le Targelie, celebrazioni in onore di Apollo che, secondo la mitologia, nascevano dall'uccisione di Androgeo, figlio di Minosse (re di Creta), ordinata dal re di Atene Egeo. Cosa ci aspetta dopo?

(28/07/2014)



  • Tracklist
  1. Euphróne
  2. Byzàntion
  3. Tetraktys
  4. Phuge
Mai Mai Mai su OndaRock
Recensioni

MAI MAI MAI

Φ/ Phi

(2016 - Boring Machines, Not Not Fun)
L’alter ego di Toni Cutrone chiude degnamente la sua “Trilogia sul Mediterraneo” ..

MAI MAI MAI

Petra

(2015 - Corpoc)
Aspettando il capitolo finale della "Trilogia sul Mediterraneo", Toni Cutrone ci regala un'appendice ..

MAI MAI MAI

Theta

(2013 - Boring Machines)
La Boring Machines sforna l'esordio electro-noise del batterista dei Trouble Vs Glue

Mai Mai Mai on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.