Neil Finn

Dizzy Heights

2014 (Lester) | pop-rock, baroque-pop

Ci sono artisti "di mezzo", magari non meno bravi, neanche meno alla moda, che però non riescono mai a tirar fuori la testa dall'acqua. Magari si presentano delle occasioni buone, ma mai quelle giuste. E così passi dall'essere ai margini del pop negli anni 80 così come negli anni 90, qualche hit che pochi sanno associare al tuo nome e poco più.
Infine tenti la carriera solista, nella generazione "in mezzo" tra Paul Weller e Richard Ashcroft, fai un paio di quegli album che soddisfano fan e critica ma che non spostano di un'unghia il tuo riconoscimento artistico e non solo.

La parabola di Neil Finn, storico frontman dei Crowded House, si arricchisce oggi di un nuovo capitolo, di una nuova opportunità, data sicuramente dalla presenza di Dave Fridmann (Mercury Rev, Flaming Lips, Tame Impala) alla produzione, ma non solo. A tredici anni dall'ultima uscita vera e propria, la musica di Finn perde quasi completamente la sua vena chitarristica "post" britpop, ambientando il suo nuovo "Dizzy Heights" in quel limbo che vede oggi diversi coinquilini anche più giovani, sospeso tra la retromania (comunque sempre predominante) e la ricerca neanche troppo convinta di nuovi mezzi espressivi.
Il tutto sposa così un tono tra il profetico e il barocco ("White Lies And Alibis", i Mercury Rev rivisti con grandeur kitsch in "Divebomber"), in cui la produzione cerca con classe di alzare l'asticella rispetto ai temi (il maldestro tentativo di invettiva sociologica nel soul di "Recluse") e, a volte, anche alla scrittura ("Flying In The Face Of Love", che ha tutta l'aria stantia del singolo revivalista, così come "Better Than TV").

Il risultato è un album che, dal punto di vista sonoro ma anche del "tiro" delle canzoni, sicuramente fa il suo. Dall'altra parte, a volte l'impressione di un lifting artistico è prepotente e pericolosa ("Pony Ride"), perché, per trovare qualche nuovo fan, si può rischiare di perdere quelli di sempre.

(15/02/2014)



  • Tracklist
  1. Impressions
  2. Dizzy Heights
  3. Flying In The Face of Love
  4. Divebomber
  5. Better Than TV
  6. Pony Ride
  7. White Lies and Alibis
  8. Recluse
  9. Strangest Friends
  10. In My Blood
  11. Lights of New York
Neil Finn on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.