Slow Meadow

Slow Meadow

2015 (Hammock Music) | ambient, modern classical

“Seize the modest moments”. Questo l'invito, ripreso anche nel titolo dell'ultima traccia, che Matt Kidd fa all'ascoltatore nell'approcciare il suo ultimo progetto: diremmo quasi una variazione sul tema dei decennali Hammock, marchio inconfondibile di un'ambient soave, autenticamente celestiale ma altrettanto umana, lontana dalle astrazioni dei capostipiti del genere; è l'etichetta del duo, infatti – con Taylor Deupree al mastering – a produrre il debutto  del giovane compositore, la cui affinità in termini musicali ed emotivi è pressoché totale.

Ai due sipari di “Linen Garden” partecipano gli stessi Hammock, cui va attribuita l'idea di dividere il brano per farne il principio e compimento dell'opera. In “Slow Meadow” la profonda gentilezza melodica di Kidd si avvale di alcuni strumentisti classici, che con suprema grazia aggiungono un elemento di maggior concretezza al suono diafano delle tastiere e al riverbero della chitarra.
Le perfette melodie dalle movenze minimaliste, unite ai tre violini e al violoncello, non possono non ricordare le Amiina nella dimensione contemplativa di “Valtari”; alcuni episodi, poi, sembrano estendere nello spazio l'intima e cristallina geometria dello “Spiegel Im Spiegel” di Arvo Pärt (“Crown Of Amber Canopy”). La malinconica tromba di Joshua Sebren, infine, avrebbe fatto di “A Farewell Sonata” un perfetto intermezzo strumentale per il ritorno solista di Paul Buchanan, tra le vette dell'odierno songwriting romantico.

Il continuo richiamo, come si è visto, a strutture e sonorità preesistenti non riesce a scalfire la potenza immaginifica di “Slow Meadow”, ultimogenito di quella che si potrebbe ormai definire la scuola dell'ambient melodica, che dagli Stars Of The Lid a Keith Kenniff e Kyle Bobby Dunn traccia un percorso che non ambisce a rinnovare la propria formula ma, più umilmente, a perpetrarne l'essenza attraverso la sensibilità di artisti in completa sintonia emotiva.

(02/09/2015)

  • Tracklist
  1. Linen Garden Part 1 (feat. Hammock)
  2. A Distant Glow...
  3. ...On A Bed Of Green Blades
  4. A Farewell Sonata
  5. Crown Of Amber Canopy
  6. Grey Cloud Lullaby
  7. Blue Rose On A Windowsill
  8. Summer Vigil
  9. Every Mournful Breath
  10. The Grandeur Of A Modest Moment
  11. Linen Garden Part 2 (feat. Hammock)




Slow Meadow su OndaRock
Recensioni

SLOW MEADOW

Costero

(2017 - Hammock Music)
Torna Matt Kidd con il suo progetto improntato a un'estatica ambient-music

Slow Meadow on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.