Landlord

Be a Side

2017 (INRI) | dream-pop, electro-pop, indie

Era la primavera scorsa quando i riminesi Landlord debuttarono con l'Ep "Aside", anticipato dal singolo "Get By". Aside, ossia "in disparte". Qualche mese più tardi l'uscita dell'Ep gemello "Beside", "accanto". I due Ep sono ora racchiusi nel vinile "Be a Side", recentemente dato alle stampe. E un altro gioco di parole ancora.

Sii una parte.

Tra turbinii dreamy, ammiccamenti indie-chamber folk e interessanti incursioni electro/ambient, Francesca, Luca, Gianluca e Lorenzo stanno percorrendo una strada ben definita, senza sbavature, e in un certo qual modo inedita nel mainstream italiano, generalmente chiuso entro i propri limiti. Non c'è, nelle canzoni dei Landlord, un elemento preminente: la voce eterea di Francesca Pianini si armonizza perfettamente alla seconda voce maschile, in una soluzione già sperimentata dagli Of Monsters And Men; i Landlord hanno infatti studiato da tanti diversi canovacci e respirato la stessa aria creativa di altri artisti, a partire dai London Grammar finendo con l'indietronica degli XX e fors'anche Lana Del Rey e Radiohead, ma sono riusciti a dare un'impronta personalissima alla propria creatura artistica.

Talora la forma-canzone risulta più definita, cosa che accade in quasi tutti i pezzi di "Aside", talora sono pulsazioni ambient e classicheggianti ("Ghost", "Bubbles") o, ancora, sample e atmosfere minimaliste di matrice elettronica ("Farewell", "Is That Worth It?") a far da padrone. Non v'è frenesia, il tempo sembra fermarsi ad accogliere un miraggio dolce, che è canto ipnagogico, elegante ricerca musicale. Tutto è delicatamente avviluppato in un velo di malinconia rarefatta, che può trasfigurarsi in tristezza lieve o sublimarsi ("Hidden", "Hope and Flaws") o ancora accogliere un seducente estetismo oscuro ("Venice").

Le concessioni al pubblico meno esigente si hanno solo nei due singoli "Get By" e "New Year's Eve", mentre la languida cover quasi lo-fi di "West Coast" di Lana Del Rey ci rammenta della partecipazione della band a X-Factor nel 2015, il che fa sorridere, giacché il loro dandy-pop è quanto di più lontano dal pop strepitante da talent.

(23/05/2017)



  • Tracklist
  1. Get By
  2. Hidden
  3. Venice
  4. (Still) Changing
  5. Is That Worth It?
  6. Farewell
  7. Hope And Flaws
  8. New Year's Eve
  9. Bubbles
  10. Ghost Song
  11. Everything Troubled
  12. West Coast (Lana Del Rey cover)






Landlord on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.