Chumbawamba

The Boy Bands Have Won

2008 (No Masters) | folk

Dalle nostre parti sono in pochi a sapere che i Chumbawamba non sono solo “quelli di Tubthumping” – la hit pop/danzereccia del 1997 che ha portato loro un inaspettato quanto effimero successo internazionale. Il gruppo di Leeds – in realtà un collettivo aperto e multiforme, con pochi elementi stabili - vanta un venticinquennio e più di onorata carriera: cinque lustri di attività che hanno visto vertiginosi cambi di rotta e di stile, a partire dall’anarcho-punk degli esordi, passando per i pesanti innesti di pop, elettronica e dance dei 90, fino alla riduzione di organico e alla svolta folk degli ultimi anni. Un percorso artistico tortuoso che ha almeno due costanti: l’impegno politico attivo, vero timone del progetto Chumbawamba, e l’amore per le armonie vocali di serafica perfezione.

Questo ultimo lavoro segue il predecessore “A Singsong And A Scrap” (2005) sulla via di un folk dalle spiccate venature pop: atmosfere bucoliche, accordi eterei di acustiche e organetti, echi di bande paesane, la perfezione sbalorditiva del canto a cappella si accompagnano a testi al vetriolo contro l’ottusità, l’intolleranza, l’istupidimento indotto dai media, e altre meraviglie moderne. Lo stesso titolo, che con i suoi caratteri circensi occupa l’intero spazio della copertina, è un lungo e accorato appello all’autenticità nel fare musica: non lasciamo che le boy band l’abbiano vinta!
Il disco conta 25 brani, alcuni dei quali non sono che piccoli haiku musicali della durata di pochi secondi, come l’iniziale “When An Old Man Dies” o l’incantevole “You Watched Me Dance”: perfetti incastri vocali sopra un bordone di cornamusa, con il campionamento di un vecchio piano sullo sfondo, e in chiusura un malinconico valzer stradaiolo di fisarmonica. Una raffinata ricerca del dettaglio sonoro che si chiude in un minuto esatto.

Ogni brano è una storia da raccontare. I Chumbawamba si divertono a omaggiare le tradizionali figure del folk britannico (“Lord Bateman’s Motorbike”); se la prendono con Lord Bono e con il Manchester United (“All Fur Coat & No Knickers”); fanno un ritratto di Wenseslao Moguel, che andò alla fucilazione e sopravvisse per raccontarlo (“El Fusilado”); riportano fatti di cronaca e di ordinaria ingiustizia (“Waiting For The Bus”). C’è spazio anche per una satira feroce dei social network e dello scenario umano talvolta aberrante che offrono (“Add me”).

Numerose le partecipazioni dalla scena inglese più smaccatamente orientata al sociale (la Oysterband in “Hull or Hell”; Ron Bailey in “Word Bomber”). E proprio nel messaggio, nel parlare a lettere chiare e grandi, nel non rinunciare alla protesta in un momento in cui va così poco di moda, sta la forza e la ragion d’essere dei veterani Chumbawamba. Il sostenersi a forme musicali tradizionali è una scelta coerente, ma non sempre l’aggressività dei testi si sposa alla perfezione con le forme vellutate della ballata. La ricerca del sublime nelle armonie come nel trattamento del suono finisce per far perdere un po’ di smalto a questi inni ostinati e dissenzienti; talvolta una patina gelida scende sulle parole altrimenti infuocate dei nostri. E’ triste dirlo, ma la musica dei Chumbawamba rischia di essere troppo “di qualità” per essere davvero convincente.

(03/04/2009)

  • Tracklist
  1. When an Old Man Dies
  2. Add Me
  3. Words Can Save Us
  4. Hull or Hell
  5. El Fusilado
  6. Unpindownable
  7. I Wish That They’d Sack Me
  8. Word Bomber
  9. All Fur Coat & No Knickers
  10. Fine Line
  11. Lord Bateman’s Motorbike
  12. A Fine Career
  13. To a Little Radio
  14. (Words Flew) Right Around the World
  15. Sing About Love
  16. Bury Me Deep
  17. You Watched Me Dance
  18. Compliments of Your Waitress
  19. RIP RP
  20. Charlie
  21. The Ogre
  22. Refugee
  23. Same Old Same Old
  24. Waiting for the Bus
  25. What We Want
Chumbawamba on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.