Enrico Coniglio & Stefano Guzzetti

Lost & Found

2021 (2020 Editions) | electroacoustic

Malgrado non sia peculiare dell’attuale situazione pandemica, la collaborazione remota tra musicisti è divenuta pratica diffusa in questo difficile anno appena trascorso. Avvalendosi di una facilità e rapidità di corrispondenze garantita dalla connessione globale, l’interazione tra artisti ha potuto protrarsi attivando un proficuo scambio, mai come ora fondamentale per travalicare l’isolamento imposto. All’interno di questa fertile dinamica si inserisce “Lost & Found”, primo lavoro che vede insieme Enrico Coniglio e Stefano Guzzetti.

In realtà i loro percorsi si erano precedentemente incrociati nella pubblicazione crossmediale “Nell’attesa del tuo prossimo respiro”, ma in quell’occasione le rispettive sonorizzazioni erano state prodotte singolarmente. Al contrario, le otto tracce di questo disco vedono i due dialogare intensamente a partire da altrettanti itinerari di chitarra acustica definiti da Coniglio. Attorno ad essi si sviluppano le improvvisazioni pianistiche di Guzzetti, creando un connubio armonico fondato sull’assonanza ed enfatizzato da un uso attento e propositivo della pausa. Il silenzio in cui le singole stille riverberano, così come le misurate modulazioni sintetiche e gli echi ambientali che emergono sullo sfondo, amplificano il portato emozionale delle tessiture risultanti, generando un immaginario essenziale, in bilico tra malinconica solitudine e rigenerante complicità.

La delicata attitudine melodica, abituale nella discografia del musicista sardo e tutt’altro che inedita nella poliedrica produzione dell’artista veneziano, è centrale nella costruzione di questo atmosferico universo interiore nutrito da amori musicali esplicitamente condivisi (“Listen (For David Sylvian)”), ma capace anche di inoltrarsi in territori più saturi e inquieti (“Descent”). Ciò che rimane intatto sono il senso di costante sospensione e la profonda affinità tra due visioni capaci di incastrarsi alla perfezione.

(28/04/2021)

  • Tracklist
  1. Marine
  2. Crystalline
  3. Still
  4. Eastbound
  5. Listen (for David Sylvian)
  6. Descent
  7. Westbound
  8. Home


My Home, Sinking su OndaRock
Recensioni

MY HOME, SINKING

King Of Corns

(2017 - Infraction)
Chamber-folk a tinte scure nel ritorno del progetto parallelo di Enrico Coniglio

ENRICO CONIGLIO

Songs From Ruined Days

(2010 - Touch)
L'artista veneziano in un lungo saggio sullo svuotamento semantico

ENRICO CONIGLIO

Salicornie: Topofonie Vol. 2

(2010 - Psychonavigation)
Una Venezia idealizzata nei soundscapes della memoria del compositore italiano

ENRICO CONIGLIO

dyanMU

(2008 - Psychonavigation)
Le sperimentazioni a base classica di un interessante artista veneziano

News


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.