Erik W°llo

Recurrence

2021 (Projekt) | synth-music, ambient

Lo spazio lucido che esiste tra le comete e il soffio del cielo. La vibrazione opalescente della terra e le zolle vibranti delle emozioni. Evocare sentimenti, per Erik Wøllo, è un talento naturale. L’artista norvegese, dopo la bella collaborazione con Michael Stearns dell’anno scorso, “Convergence”, torna con un nuovo album pubblicato ancora una volta dalla Projekt di Sam Rosenthal.

“Recurrence” è un portale ardito in cui alterna tracce meditative scintillanti a ritmi cadenzati quasi sciamanici. Non sono solo atmosfere, profonde quanto una galassia, le sue, sono cosmogonie della musica elettronica. Parole di pietra siderale. Ha un dialetto tutto suo. Una lingua aborigena. Talvolta meccanica e industriale, talvolta estatica, fatata, rovente. Wøllo suda armonie. Al posto dei punti e delle virgole, utilizza sintetizzatori, percussioni, magnetiche e incisive chitarre. Suoni ancestrali, profondità eteree, luminose carvenosità, occulte vie che fanno riemergere sinapsi dormienti. In una danza circolare che celebra caratteristiche di ritmo a lui congeniali, seguendo i sentieri percorsi in trent’anni di carriera.

Lo stesso artista rivela che il titolo “Recurrence” poggia sul concetto che “nella rivisitazione si esplorano nuove angolazioni, vedendo e sentendo nuovi aspetti della stessa esperienza". Un frattale che emana riflessi differenti di un vissuto già sperimentato. "Oblivion" e "Dream River" sono echi magici, soavi equilibri di armonie che rapiscono e strappano alla realtà. E a chiudere la sequenza di questa apertura alare, tra sogni, visioni, cordoni sotterranei, appaiono: "Cloud Circles", "Chime Rain" e "Afterprints”, bonus track della versione digitale dell’album, incredibilmente non incluse nel cd.

“Recurrence” è l'ennesima sequenza che consegna Erik Wøllo al firmamento dei pionieri della synth-music più lirica. Commovente. Impeccabile. Il talento norvegese di questo diamante fa oltrepassare il proprio livello di coscienza e ci fa sentire, inequivocabilmente, un frammento di un disegno a matita, simile ai geroglifici rupestri.

(22/06/2021)

  • Tracklist
  1. Recurrence
  2. The Presence of Future
  3. Oblivion
  4. Clouds Forever
  5. Way of no return
  6. Umbra
  7. Dream River
  8. Stargazers
  9. Cloud Circles
  10. Chime Rain
  11. Afterprints
Erik W°llo su OndaRock
Recensioni

ERIK W°LLO

Sources (Early Works 1986 - 1992)

(2019 - Smalltown Supersound)
Dieci brani rimasti nel cassetto per più di trent'anni

ERIK W°LLO

Blue Radiance

(2015 - Projekt)
Ennesimo vertice raggiunto dal veterano norvegese

ERIK W°LLO

Timelines

(2014 - Projekt)
Il musicista norvegese torna con un nuovo, magistrale gioiello

ERIK W°LLO

Tundra

(2014 - Projekt)
Cinque brani in gradito regalo da parte del veterano norvegese

ERIK W°LLO

Silent Currents 3

(2013 - Projekt)
Il guru norvegese dell'ambient sintetica regala un seguito al doppio live in radio di due anni fa

ERIK W°LLO

Airborne

(2012 - Projekt)
Sedicesimo disco per uno degli esponenti meno noti e pi¨ talentuosi dell'ambient moderna

Erik W°llo on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.