Sydney Sprague

Maybe I Will See You At The End Of The World

2021 (Rude)
folk-rock, pop-rock

“Maybe I Will See You At The End Of The World” non è un ordinario album d’esordio: per Sydney Sprague è più il traguardo di una lunga storia fatta di promesse, ostacoli, ripensamenti. Un progetto non lasciato al caso, ma concepito con perseveranza, ostinazione e voglia di esplorare infinite possibilità creative.
Per la musicista di Phoenix, Arizona, queste dieci tracce sono terreno fertile per un’energica sferzata all’universo pop-rock, le fonti d’ispirazione sono tutte provenienti dal moderno rock al femminile: da Avril Lavigne a Phoebe Bridges.
Sprague passa dal folk al rock con sufficiente padronanza. La familiarità delle soluzioni armoniche e un suono abbastanza contemporaneo rendono tutto sufficientemente piacevole e rimarchevole, con la possibilità non remota di incrociare almeno un paio di canzoni da custodire con cura.

“Maybe I Will See You At The End Of The World” è un potenziale album vintage, dove l’era di riferimento non è poi così lontana. Ma non preoccupatevi: non prevedo in alcun modo un revival del pop-rock protagonista del passaggio dagli anni 90 al nuovo millennio.
Indubbiamente il grintoso folk-rock di “I Refuse To Die” è un potenziale lost hit single per le classifiche dei primi anni targati 2000, nello stesso tempo detta parte delle coordinate di un disco che fa dell’arte del songwriting pop-rock un piacevole dogma (“Steve”, “What U Want”), abilmente puntellato da intuizioni che lasciano il segno (l’ottima “Staircase Failure”) e da divagazioni più soft che restano ancorate a una scrittura matura e agile (“You Have To Stop”, “Quitter”), fino a raggiungere una coerenza narrativa che trova la giusta risoluzione lirica e sonora in “End Of The World”.

Schietto, maturo e solido, l’esordio di Sydney Sprague mette in luce un talento dalle grosse potenzialità future, con un po’ d’azzardo e di fortuna la cantautrice americana può ambire a un posto di rilievo nel firmamento pop-rock.

27/02/2022

Tracklist

  1. I Refuse To Die
  2. Object Permanence
  3. Steve
  4. You Have To Stop
  5. Quitter
  6. Staircase Failure
  7. Wrongo
  8. What U Want
  9. Time Is Gone
  10. End Of The World






Sydney Sprague sul web