Mariusz Duda

Lockdown Trilogy

2022 (Kscope) | elettronica, experimental

La fiammella nasce nel 2020, in piena fase pandemica, quando il polistrumentista polacco Mariusz Duda, leader dell’avamposto progressive-rock Riverside e fautore di un interessante percorso solistico folk-prog con il moniker Lunatic Soul, si è proiettato verso un nuovo esperimento artistico, diametralmente opposto a ogni altra situazione proposta in precedenza. Per ricostruire con precisione l’essenza di “Lockdown Trilogy”, è però necessario compiere ulteriori passi a ritroso nel tempo.
Era un Mariusz Duda adolescente quello che negli anni 80 assaporava per la prima volta - per poi restarne folgorato – le opere di Jean-Michel Jarre, Vangelis e Tangerine Dream. In quel periodo era solito rinchiudersi nella propria stanza per concepire primitivi embrioni musicali. Questi canovacci venivano solitamente registrati dall’artista di Węgorzewo su musicassetta, creando delle copertine naif utili alla consona sistemazione sullo scaffale, accanto a quelle dei citati maestri.

 

Trent’anni dopo, proprio quando la storia ha dovuto protocollare una delle più devastanti situazioni dell’era moderna, Mariusz è stato riportato dagli eventi proprio in quella camera, quella della sua infanzia, dove leggeva e disegnava fumetti, giocava, ascoltava musica e registrava i primi vagiti musicali composti dai più disparati suoni elettronici: “Perché non farlo di nuovo?", deve aver pensato, "Perché non creare un nuovo progetto in cui suonerò solo le tastiere? E perché non firmarlo proprio come facevo da bambino, semplicemente con il mio nome e cognome?”.
E’ esattamente quello che è accaduto tra il 2020 e il 2021, periodo nel quale Duda ha registrato e pubblicato sulle piattaforme digitali tre album di musica elettronica contraddistinta dall’uso abbondante di sintetizzatori, campionamenti, qualche strumento (gli amatissimi basso e pianoforte) e dal raro impiego della voce. Quelle pubblicazioni, grazie a Kscope, vanno ora a unificarsi in una trilogia edita anche su supporto fisico, che riprende i nomi originali delle varie sottosezioni: “Lockdown Spaces”, “Claustrophobic Universe” e “Interior Drawings”, tre anfratti di sperimentazioni dalle diversificate sfaccettature.

Se “Lockdown Spaces” è ispirato, come recita già il titolo, dalla vita in quarantena, predisponendosi con ritratti d’elettronica oscura, spesso minimalista e mostrando il profilo più introverso del compositore, “Claustrophobic Universe” è invece un viaggio nell’intimo, un mondo dove l’universo è la metafora della fuga dalla realtà, un non luogo dove cercare ristoro e localizzare tutte le risposte a ogni stimolo proveniente dal tumultuoso mondo circostante.
L’atto finale del viaggio è “Interior Drawings”, un vero e proprio varco ispirato e soprattutto dedicato all’abnegazione, alla passione per i processi creativi, in questo frangente innescati dal blocco totale di ogni attività che non sia ricompresa nelle proprie quattro mura. E’ un album che descrive il flusso di pensieri che sgorga da chi ha in mente un qualsiasi tipo di elaborato, che sia artistico, materiale o spirituale.
Ai tre stadi fondamentali del progetto è stato infine aggiunto un bonus Ep denominato “Let’s Meet Outside”, un’appendice che completa il lunghissimo (140 minuti) e articolato itinerario elettronico che ha permesso l’introduzione nell’inconscio di Duda.

 

Deve essere stato catartico per lui ritornare a comporre materiale di questo tipo, anche alla luce della grande esperienza accumulata in tutti questi anni di decorato servizio. Se analizzata con leggerezza, “Lockdown Trilogy” potrebbe essere annoverata come un’opera autoindulgente o addirittura un atto di vanità, ma forse è più corretto identificarla come la semplice e spassionata volontà di Duda nel condividere con i propri adepti qualsiasi forma d’idea compositiva, sperimentale o meno, e questa è un’azione che nell’arte deve essere sempre incoraggiata, a prescindere da quali possano essere i risultati e le aspettative.

(11/08/2022)

  • Tracklist
Lockdown Spaces

  1. Isolated
  2. Lockdown Spaces
  3. Bricks
  4. Waiting
  5. Thought Invaders
  6. Pixel Heart
  7. Silent Hall
  8. Unboxing Hope
  9. Screensaver

Claustrophobic Universe

  1. Knock Lock
  2. Planets In A Milk Bowl
  3. I Landed On Mars
  4. Waves From A Flat Earth
  5. 2084
  6. Escape Pod
  7. Lemon Flavoured Stars
  8. Claustrophobic Universe
  9. Numbers And Denials

Interior Drawings

  1. Racing Thoughts
  2. Interior Drawings
  3. Shapes In Notebooks
  4. Prisoner By Request
  5. Dream Of Calm
  6. How To Overcome Crisis
  7. Almost Done
  8. Temporary Happiness

Let's Meet Outside

  1. It All Started With This
  2. Lockdown 90-92
  3. Offline Reverse
  4. News From The World
  5. Let's Meet Outside
  6. Drawing Rain








Mariusz Duda sul web