Soulfly

Totem

2022 (Nuclear Blast) | thrash-death-groove-metal

Wall to wall is where you tread
Your words of dust say everything
Like dying flames, the dread descends
Hold your heart in your bloody hands

Il dodicesimo album in studio dei Soulfly, rimandato più di una volta, si chiama “Totem” e arriva dopo l’abbandono del chitarrista storico Marc Rizzo (nella band dal 2004), sostituito da Arthur Rizk. Difficile, forse persino irragionevole, aspettarsi delle sorprese, che infatti non arrivano.

Nei dieci brani Max Cavalera e sodali continuano a macinare un thrash-death-groove-metal con spunti tribali e volume assordante sin dall’iniziale “Superstition”, che farà battere forte il cuore a chi li ama e segue da sempre ma che potrebbe anche essere stata pubblicata vent’anni prima senza timore di anacronismi.
Tornano a sfilare anche alcuni tocchi produttivi tipici del passato, come l’eco maestoso sulla voce (“Filth Upon Filth”, “The Damage Done”), mentre le composizioni ricordano a tutti la passione della band per gli Slayer (con “Rot In Pain” che richiama la “R.I.P. - Rest In Pain” dei Sepultura) e per la fusione più feroce fra manipolazioni elettroniche e vari tipi di ultraviolenza metallica, dal gotico all’idrofobo passando per l’apocalittico e l’epico (“Totem”, “Ecstasy Of Gold”). L’immancabile strumentale che funge da balsamo per i timpani, chiamato questa volta “Soufly XII”, ricollega per un attimo ai tempi in cui la formazione spaziava in lungo e in largo con contaminazioni di altri generi, mentre in questa scaletta il brano suona, soprattutto per i non avvezzi alla loro discografia, come qualcosa di fuori posto.

Per chi non abbia particolarmente a cuore gli sviluppi contemporanei della carriera di Max Cavalera potrebbe bastare un ascolto della conclusiva e insolitamente lunga “Spirit Animal”, che in quasi dieci minuti di arrembaggio sonoro apre con un climax che riporta direttamente ai tempi di “Chaos A.D.”, rispolvera alcune pulsioni hardcore-punk, s’incendia in un assolo thrash-death-metal e rallenta in un mostruoso amalgama meccanico prima di chiudere con una lunga coda che addolcisce fino al malinconico.

(15/09/2022)

  • Tracklist
  1. Superstition
  2. Scouring The Vile
  3. Filth Upon Filth
  4. Rot In Pain
  5. The Damage Done
  6. Totem
  7. Ancestors
  8. Ecstasy Of Gold
  9. Soulfly XII
  10. Spirit Animal


Sepultura su OndaRock
Recensioni

SEPULTURA

Quadra

(2020 - Nuclear Blast)
Quindicesimo album per la band brasiliana, ispirato al quadrivium medievale

SEPULTURA

A-Lex

(2009 - Steamhammer)
Sempre più deludente la storica band brasiliana

SEPULTURA

Dante X X I

(2006 - SPV)

SEPULTURA

Roots

(1996 - Roadrunner)
Al crocevia tra thrash, nu-metal e musica etnica, l'opera più celebre e discussa dei brasiliani. ..

News
Soulfly sul web