Rotting Christ

Pro Xristou

2024 (Season of Mist)
black metal

Dopo la svolta di "Rituals" (2016) la band dei fratelli Tolis, leggenda del black metal greco, ha trovato un'alchimia che non sembra voler abbandonare a nessun costo. È stata quindi la volta di "The Heretics" (2019), Lp simile al precedente con varie canzoni convincenti, poi la pausa obbligata della pandemia interrotta da alcune attività soliste di Sakis Tolis, "Among The Fires Of Hell" (2022), tutte caratterizzate da un sound simile: canto molto spesso parlato e un allontanamento graduale dai canoni consueti del black metal.

Il nuovo "Pro Xristou" continua ancora il medesimo percorso dei Rotting Christ e stavolta la sensazione di ripetersi in modo eccessivo è molto forte, in quanto quasi tutti i brani danno l'impressione di essere delle piccole variazioni dei pezzi scritti da Sakis negli ultimi anni. Le caratteristiche positive rimangono comunque immutate: lo stile chitarristico di Sakis è sempre riconoscibile, coi suoi riff asciutti e taglienti, la batteria martellante e melodia tra il black e l'epic. Tutti i brani danno nel complesso l'idea di poter funzionare bene nei loro spettacoli live, da sempre uno dei punti di forza fondamentali dei greci.

Il parlato di Sakis suscita sempre una certa inquietudine, sin dall'iniziale title track e da "The Apostate", episodio tipico della nuova stagione con cori, chitarra e batteria a dettare il tempo all'unisono quasi come un inno alla battaglia. Le melodie epiche di "Like Father, Like Son" e di "Pretty World, Pretty Dies", con un canto black metal, ricalcano il secondo aspetto evolutivo della band greca. Interessante "La lettera del diavolo", cantata in italiano da Amdroniki Skoula, una delle tracce più aggressive e convincenti, con batteria e chitarra a riempire ogni spazio possibile.

L'opera della copertina fa parte del Corso dell'impero del pittore statunitense Thomas Cole, quarto di una serie di cinque dipinti che seguono il percorso che accomuna tutti gli imperi e tutte le cose umane, dalla nascita al momento di massimo splendore, dal periodo del caos alla conseguente caduta (il dipinto scelto dai Rotting Christ) sino alla definitiva scomparsa.

01/06/2024

Tracklist

  1. Pro Xristou (Προ Χριστού)
  2. The Apostate
  3. Like Father, Like Son
  4. The Sixth Day
  5. La lettera del Diavolo
  6. The Farewell
  7. Pix Lax Dax
  8. Pretty World, Pretty Dies
  9. Yggdrasil
  10. Saoirse






Rotting Christ sul web