Rock in Onda

China Crisis

L'altro pop di Liverpool

di Claudio Fabretti

I China Crisis sono i protagonisti della nuova puntata di Rock in Onda, il programma condotto da Claudio Fabretti tutti i mercoledì dalle 12 alle 14 sulle web-frequenze di Radio Città Aperta (www.radiocittaperta.it).
Dal peculiare synth-pop degli esordi al magico sodalizio con Walter Becker degli Steely Dan per il miliare "Flaunt The Imperfection" e ai lavori preziosi ma incompresi della maturità, fino al ritorno a sorpresa nel 2015: la parabola di uno dei gruppi più raffinati e creativi del pop britannico attraverso 22 brani.

Ascolta o scarica gratuitamente il podcast:


China Crisis

Della straripante ondata post-punk che ha occupato in pianta stabile le classifiche anglo-americane nella prima metà degli anni 80, i China Crisis sono fra coloro che hanno raccolto meno di quanto avrebbero potuto. Non erano così synth-pop da poter salpare inosservati con la ciurma del movimento new romantic, non erano abbastanza impegnati politicamente da poter sfruttare l'onda lunga generata dal soul bianco degli Scritti Politti; d'altro canto, erano troppo pop per fare breccia nei cuori adombrati dei new waver, troppo intimisti e, lo vedremo specie nella seconda parte della loro storia artistica, troppo americani per conquistare del tutto gli amanti britannici dell'easy listening. "It's time we should talk about it", cantava un flebile Eddie Lundon in "Wishful Thinking", e allora noi ne abbiamo raccolto l'invito raccontandone la storia. Quella di un pio desiderio, divenuto solo in parte realtà. Ai China Crisis non è bastato nemmeno aver influenzato intere legioni di band indie-pop del nuovo millennio, devote al loro verbo aggraziato e intimista. Forse era il loro destino, quello di restare uno dei "best kept secret" degli scintillanti 80’s. Perché la loro è una musica per anime delicate che rifuggono la banalità, l'espressione di una raffinata malinconia che porta dentro di sé il sorriso, l'insperato raggio di sole di un tiepido autunno.

Vi ricordiamo di iscrivervi alla pagina Facebook di Rock in Onda, presso la quale potrete sempre trovare i podcast da scaricare, più le scalette integrali e tutte le news relative alla trasmissione.
Inviateci pure commenti, suggerimenti e proposte per le prossime puntate, su Facebook e all'indirizzo mail: rockinonda@ondarock.it Sarà un piacere costruire le scalette anche grazie al vostro contributo.

rockinonda_home2_01









Playlist
Scaletta del programma
 

1. African And White
2. Christian
3. Seven Sports For All
4. Working With Fire And Steel
5. Wishful Thinking
6. The Soul Awakening
7. The Highest High
8. Black Man Ray
9. You Did Cut Me
10. Gift Of Freedom
11. King In A Catholic Style
12. Bigger The Punch I'm Feeling
13. Arizona Sky
14. Hampton Beach
15. June Bride
16. A Day's Work For The Dayo's Done
17. Stranger By Nature
18. Hands On Wheel
19. Autumn In The Neighbourhood
20. Because My Heart
21. Bernard
22. Carousel Of Stars (Gary Daly)


Base strumentale: Tell Tale Signs

China Crisis su OndaRock
Recensioni

CHINA CRISIS

Autumn In The Neighbourhood

(2015 - Pledge)
La raffinata malinconia della band di Liverpool, a 21 anni dalla sua ultima uscita in studio

CHINA CRISIS

Flaunt The Imperfection

(1985 - Virgin)
La malinconia del sophisti-pop britannico incrocia il perfezionismo degli Steely Dan nel capolavoro della ..

Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.