Kesang Marstrand

Hello Night

2009 (North Node) | folk, songwriter

All the little children are sleeping
All but you, what shall we do?

 
A meno di un anno dalla pubblicazione del sorprendente esordio “Bodega Rose”, Kesang Marstrand torna a far parlare di sé con un album di inediti ispirati all’ora della buonanotte. “Hello Night”, dedicato alla madre dell’artista e dalla stessa mirabilmente illustrato, raccoglie un pugno di ninnenanne scritte, suonate e prodotte da Kesang: dodici delicate ballate notturne eseguite “chitarra-e-voce” (con l'eccezione dell'esotica "Rest" cantata con il solo ausilio di una kalimba) per cullare bambini e adulti di tutte le età.

La formula della cantautrice statunitense, fatta di sommesse ballate e di limpidi accordi, è rimasta sostanzialmente la stessa dell’esordio, ma questa volta il rassicurante calore della vocalità di Kesang e la delicatezza del suo picking cristallino sembrano trasportarci nel cielo incantato di una notte profonda, impreziosita da stelle candite e da una luna di marzapane, quasi che questo lavoro permetta all'ascoltatore un’escursione nel mondo dei sogni.

Ciò che sorprende, in un lavoro di fatto poco ambizioso e forse interlocutorio nella carriera della Marstrand, è la perizia che Kesang dimostra nel modellare tra le sue mani una materia altrimenti piuttosto trita, riuscendo con abilità e classe a realizzare brani semplici, senza scadere nella banalità o nel patetismo, confermando ancora una volta le proprie peculiari doti di scrittura.
Dal punto di vista delle liriche anche gli argomenti più "scontati" sono affrontati con delicatezza e trasporto, così che ogni singolo brano contenuto in “Hello Night”, pur conservando la propria essenza e la sua potenziale funzione di lullaby, allo stesso tempo assume caratteristiche uniche che ne elevano il rango ben al di sopra della semplice "canzone della buona notte".

“Hello Night” è una collezione di bozzetti acustici dove nulla è lasciato al caso: i ricami chitarristici sono disposti con amorevole cura sul pentagramma, rifiniti in ogni singola nota, e l’interpretazione è sentita, personale e ricca di sfumature, a volte anche impercettibili. Merito anche di una registrazione casalinga, ma di assoluto nitore e pulizia, sembra quasi di sentire la giovane musicista che ci sussurra le sue dolci parole all’orecchio, seduta, con la fedele chitarra, ai piedi del nostro letto. E’ infatti la ammaliante voce di Kesang la protagonista incontrastata di “Hello Night”: una voce sussurrata, sottilmente roca, che trasmette tranquillità, posandosi dolcemente sulle corde della chitarra e vibrando all'unisono con queste.

Ancora una volta, ascoltando queste canzoni sincere e genuine, sorge spontaneo il pensiero che spesso una grande bellezza possa celarsi nelle piccole cose.

(29/09/2009)

  • Tracklist
  1. Dandelion
  2. Carry On Crickets
  3. Hush
  4. Sleepy Town
  5. In The Land Of Dreams
  6. Cocooned In My Blanket
  7. Listen To Your Heart
  8. Among The Green Leaves
  9. Hello Night
  10. Sleep Tight
  11. Rest
  12. All The Little Children
Kesang Marstrand su OndaRock
Recensioni

KESANG MARSTRAND

For My Love

(2015 - Self-released)
Il capolavoro della cantautrice americana, che dedica melodie memorabili all'amore

KESANG MARSTRAND

Bodega Rose

(2008 - North Node Records)
La cantautrice di origini euro-asiatiche inaugura la sua bottega con un fragrante bouquet di rose bianche ..

Kesang Marstrand on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.