Extra Classic

Your Light Like White Lightning, Your Light Like A Laserbeam

2011 (Manimal Vinyl) | reggae dub

Cominciamo dalla fine. Col suo andamento velvettiano, "Angel Eyes" pare uscita da qualche dimenticata raccolta Paisley. "Give Me Your Love" invece, tutta un soul vertiginoso, se di raccolta dobbiamo riparlare, immaginatela in qualche sampler Motown. Queste tracce, che chiudono il debutto degli Extra Classic, le avremmo viste bene nel bel mezzo di "Your Light Like White Lightning, Your Light Like A Laserbeam" perché, forti di ciò che le precede, di sicuro avrebbero dato fiato a chi ascolta.
E nell'insieme, cosa si ascolta in questo lavoro dal titolo, per lunghezza, quasi Wertmuller-iano? Né soul tanto meno folk pastello, chiariamolo subito. Quelle sono mosche bianche.

Dalla strumentazione rigorosamente vintage, e da qualche foto promozionale in caleidoscopico technicolor, gli Extra Classic si direbbero psichedelici. E forse lo sono. Non rock però: qui le chitarre non macinano riff. Prendiamo un pezzo come "Metal Tiger", cinta d'organetto e chitarra in levare, e seguiamone il lisergico andazzo. Poi andiamo su "Give Them The Same" e ditemi se quel basso killer in modalità dub non smuove pure un inebetito.

Di stanza in California (il Dna psichedelico si doveva pur legittimare...), gli Extra Classic sono Adrianne Verhoeven alla voce e synth e Alex deLanda al basso, più qualche amico sparso. Entrambi dai curriculum sfaccettati (lei, dal 1997 al 2003 in seno ai The Anniversary; lui, tra i tanti, collaboratore di Casiotone For The Painfully Alone), si incontrano grazie a Paul Beahan della Manimal Vinyl, che li scrittura, e via un otto tracce (più vari gingilli dei 60/70) registrano un dub non ipnotico ma, appunto, psichedelico che sembra le Slits con Dennis Bovell ("Congo Rebel") e gli Air convertiti al rastafarianesimo (ascoltate il mellotron nel cuore di "Electric Stars"), i Beach House per le vie di Kingston ("You Can't Bring Me Down") o, più prosaicamente, dei Wailers privi di Marley ("Lesser Pan"). Senza contare le tracce che chiudono il disco e di cui già sapete.
Una ventata di freschezza tra chillwaver e hypnagogic popper. Disco notevole.



Give Them The Same

(01/03/2012)

  • Tracklist
  1. Congo Rebel
  2. Metal Tiger
  3. Creation
  4. You Can't Bring Me Down
  5. Electric Stars
  6. Give Them the Same
  7. Demon Hit
  8. Angel Eyes
  9. Lesser Pan
  10. Give Me Your Love
Extra Classic on web