En

Already Gone

2012 (Students Of Decay) | drone music

En è il progetto ambient di James Devan e Maxwell August Croy. “Absent Coast”, il loro primo parto, presenta il duo alle prese con una musica astratta-statica, con un’attenzione particolare ai timbri puramente elettronici (quindi Growing o Gregg Kowalsky più che Solo Andata), pure con un tocco umano e pastorale che modula e ammorbidisce composizioni come “A Dying Sun”, silenti caleidoscopi, giostre al ralenti come “Mother of Thousand” e “Pratyaya”.
La troppa frammentazione impedisce però di arrivare a qualcosa di superiore, e le associazioni più evocative sono affidate a brani minori: “Honeysuckle Heart” (soffi new age per pianoforte e raffiche ventose), “Polaris” (una semplice evoluzione di un continuum armonico) e “Ghosts”. “Biezumd” ha un innovativo uso degli strati di suono, un drone d’aurora che fronteggia un pianoforte soffocato.

Il successore, “Already Gone”, presenta anzitutto una pagina monstre come “Elysia” (19 minuti). Note di piano centellinate e riverberi tamburellanti si sparpagliano nello spazio stereofonico, e sfumano in una stasi di lente rifrazioni e crepitii lontani: tutto brucia solo negli ultimi minuti, in un rogo elettronico in crescendo che fa esalare l’ultimo respiro in un'eco arcana.
I brani brevi aggiungono ciò che mancava all’esordio, cioè la solidità di composizione, qui anche rappresentata da sparute note rock di basso elettrico, ma anche una buona dose d’imprevedibilità, finanche di allucinazione, come Labradford muti (“Lodi”), o le rivelazioni eteree che si celano dietro impasti di suoni amorfi (“The Sea Saw Swell”), o i colpi con riverbero che disturbano una poesia aerea con koto (“Marble Steppe”).

Soffio vitale, presenza importante di suoni, strumenti (e strumenti dal mondo), accorgimenti e aggiustamenti. E’ un secondo album fine, un affresco magnifico e dolente con diversi modi stilistici e diverse atmosfere, ognuna un punto cardinale di grandezza e respiro, e un culmine grandioso che dissipa la pochezza terrena. Masterizzato da James Plotkin, basso di Trevor Montgomery.

(30/09/2012)

  • Tracklist
  1. Lodi
  2. The Sea Saw Swell
  3. Marble Steppe
  4. Already Gone
  5. Elysia
En on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.