Croatian Amor

Genitalia Garden

2014 (Posh Isolation) | drone, minimal-synth

Lussuria, voyeurismo, spettacolo. Fetish, ipocrisia, censura. Un disco come ”Genitalia Garden” dice in realtà tutto già nella stupenda immagine in cover e nei coraggiosi titoli in tracklist. Un punto di vista post-contemporaneo, quello che si nasconde dietro l’altrettando falsamente ammiccante nick Croatian Amor: l’uso di brandelli ostentatamente popular per completare un ritratto di segno del tutto opposto, riflesso di una società fantasmica, già trapassata nel nuovo ma ancora sedotta e abbindolata dal vecchio. Loke Rahbek, passaporto danese e referenze Vår, Lust For Youth e già Damien Dubrovnik, a differenza di altri colleghi sulla stessa lunghezza (vedi Actress o Hype Williams), vede però questa pseudo-nuova età avvolta da un alone pesantemente darkeggiante e abbellita solo dalle sfumature cromatiche del rumore, come se la musica avesse completato un ciclo e fosse rinata nella sua forma primigena, noise, pur con la memoria della sua incarnazione più recente.

“Genitalia Garden” è così un disco zeppo di rimandi e intuizioni, ma soprattutto di innegabile fascino. Così droni (sporchissimi) e voci eccitate dalla sbronza del venerdì ci guidano alla luce di un iPhone giù in un club seminterrato, stupende melodie sintetiche abbagliano per un attimo rievocando associazioni ancestrali e bellezze di slava fattura, nel mentre strisciano pulsioni di natura varia e va in scena il teatrino del perbenismo da talk-show o da messa domenicale.

Allo stesso tempo, non tutto però convince e delizia in questo giardino delle morbosità: Croatian Amor dà a volte l’impressione di strafare, eccedendo in input e durata (si sfiorano gli ottanta minuti), lasciando l’idea che un uso più ponderato e meno diluito dei parecchi stimoli avrebbe prodotto risultati potenzialmente memorabili.
Specchio di una civiltà mai così sesso-centrica e mai così sessuofobica ad un tempo, che esibisce furbamente il frutto per professarne la censura, “Genitalia Garden” è un lavoro figlio del suo tempo. Imperfetto, ma meritevole di attenzione, più o meno come il suo autore, mente lucidissima da tenere assolutamente d’occhio.

(23/03/2014)

  • Tracklist
  1. iPhone Flashes Lead The Way To The Underground Clubs
  2. Roman Navel
  3. The Chase
  4. Total Free
  5. Slim Stomachs
  6. Archers On The Balcony
  7. Reputation Travelled Faster Than The Body
  8. The Mermaid Trade
  9. Odessa Girls
  10. Europe Traces Woman
  11. Under The Crown Of Stars
  12. Make-up Around His Genitals
  13. City Of Brides
  14. Mother's Tongue, Brother's Nose
Croatian Amor on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.