Dante Elephante

Anglo-Saxon Summer

2015 (Lolipop!) | lo fi garage-pop, psych-pop

Se il mondo fosse un enorme supermercato sommerso dall’acqua, pieno di orsacchiotti rosa di peluche, brandelli di schiuma sospesi per aria e fette di pizza imbustate, i Dante Elephante aprirebbero la finale di X-Factor al posto dei Coldplay.
Candidandosi al premio di “Miglior band che la ragazza su cui vuoi fare colpo non conosce”, questi ragazzi di Santa Barbara, sulla scorta dell’esperienza di band come Woods e Real Estate, all’ombra delle figure mitiche di Ty Segall e Mikal Cronin, fanno irruzione con esplosioni di coriandoli e melodie allo zucchero filato (il gran tiro di “Couple Apples”), in cui il lo-fi non diventa più puro specchiarsi estetico, ma comunica un’urgenza insopprimibile.

Tra dissimulati borborigmi garage, in cui la band si lascia andare a un sano rumore dissennato (“Twin Lakes”, con chiusura psichedelica), i Dante Elephante snocciolano una lunga serie di brani, stando però alla larga dalla sciatta prolificità di nomi più riconosciuti – semplicemente, in “Anglo-Saxon Summer” c’è spazio per tutti, ma nessuno è comprimario.
E così parte la slitta acquatica per il surf-pop metanfetaminico di “Pasadena Dreams”, per giungere poi a uno dei brani dell’anno, “Yung Girls”, un pezzo che Courtney e Mondanile dovrebbero appuntarsi, invece di continuare a vivere di rendita. Un ritornello esplosivo, perfettamente inglobato nei festosi incastri di chitarre e riff e di tastiera.

Era da tempo che non si ascoltava qualcosa di così ruspante e raffinato al tempo stesso, un bel disco della West Coast in cui si fa rumore, un rumore non elargito casualmente, ma a cui abbandonarsi grazie a un supporto melodico di prima categoria (“Never Trust A Junkie” altra grande perla garage-pop, “Pop Song” ha il tiro di “Days”, il magnifico arrangiamento tropicalista di “Jalisco”). La California del Sud non è solo canali di irrigazione e casinò. 

(20/12/2015)



  • Tracklist
  1. Intro
  2. Never Trust a Junkie
  3. Couple Apples
  4. Pop Song
  5. Twenty Trees
  6. Yung Girls
  7. Kyoto ‘74
  8. Jalisco
  9. Summer Vacation
  10. Twin Lakes
  11. Pasadena Dreams
  12. Dreamliner
  13. Baltimore Nights


Dante Elephante on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.