Natacha Atlas

La regina dell'arab-pop

di Claudio Fabretti

Danzatrice, cantante, compositrice: Natacha Atlas non conosce frontiere. Né artistiche, né geografiche. E il suo pop suggestivo, speziato d'Oriente, riesce nell'impresa di unire le discoteche europee e le tradizioni arabe. Abbiamo ricostruito la sua "missione" in questa monografia e l'abbiamo intervistata durante una delle sue tappe in Italia

Natacha Atlas

Discografia
 Diaspora (MCA, 1997)

6,5

 Halim (Nation, 1998)

5,5

Gedida (Mantra, 1999)

7

 The Mantra Remix (anthology, 2000)

5

 Ayeshteni (Mantra, 2001)

6

 Foretold In The Language Of Dreams (Mantra, 2002)

6

 Something Dangerous (Mantra, 2004)

5

The Best Of Natacha Atlas (2005)

7,5

 Mish Maoul (Mantra, 2006)

6,5

 Mounqaliba - In A State Of Reversal (World Village, 2010)

 

pietra miliare di OndaRock
disco consigliato da OndaRock

 

Natacha Atlas su OndaRock
Recensioni

NATACHA ATLAS

Mish Maoul

(2006 - Mantra Recordings / Beggars)


Questo sito utilizza i cookies per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per finalità commerciali e di pubblicità.
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.
Continua