Nimh

Travel Diary

2009 (Silentes) | impro experimental drone music

Giuseppe Verticchio decide di rimasterizzare il materiale contenuto su due vecchi cd-r di Nimh e renderlo di nuovo disponibile con una nuova scaletta. Si tratta di "Distant Skyline", pubblicato privatamente la prima volta nel 2001, e dell'Ep "Lanna Memories" (Taâlem Records) dell'anno seguente. Unico inedito in scaletta, l'introduzione di appena due minuti e quattordici secondi, "Echoes From The Hills": quanto basta a Nimh per proiettare l'ascoltatore in una dimensione parallela, in cui il tempo viene scandito dai racconti sonori dei suoi viaggi nel sudest asiatico.


Come nello spettacolare "Baraka" di Fricke/Staerns, Giuseppe Verticchio costruisce le sue composizioni per piani di ascolto: su "The Market Place" le voci di lingue lontane nello spazio e nel tempo emergono lentamente sotto il pulsare di percussioni arcane; la prospettiva è alterata sulla seguente "Village Feast", dove si fa spazio l'oscura vena psichedelica caratteristica dell'attitudine di Verticchio; torna il senso del vuoto sull'emblematica "Late Afternoon at War Phra Yai", dove un drone magistrale scardina i riferimenti spazio-temporali proiettando il passato in un futuro ancora da vedere.
Riproposti nella stessa sequenza originale i venticinque minuti delle tre parti di "Lanna Memories": un oboe thailandese crea la portante del drone abissale sulla "Part 1"; l'atmosfera sacrale si stempera nel turbinio festoso di percussioni sulla "Part 2"; e nel finale le onde del mare suggeriscono l'idea di una sorta di rito di iniziazione.

Verticchio trasforma letteralmente il suono di vecchi strumenti thailandesi suonandoli con un'attitudine decisamente personale, molto poco tradizionale. Così il khaen (un organo da bocca), lo tzeebu (un banjo a tre corde), l'incredibile ranad (lo xilofono responsabile dell'atmosfera ipnotica su "Late Afternoon At War Phra Yai") e un'altra dozzina di strumenti della tradizione del sudest asiatico diventano i timbri di un'orchestra unica, capace di creare tessiture ritmiche e atmosfere generalmente realizzate da sintetizzatori e altri strumenti elettronici.

(08/02/2010)

  • Tracklist
  1. Echoes From The Hills
  2. The Market Place
  3. Village Feast
  4. Late Afternoon At Wat Phra Yai
  5. Children Memories
  6. Lanna Memories Part 1
  7. Lanna Memories Part 2
  8. Lanna Memories Part 3
  9. Keota's Song
Nimh su OndaRock
Recensioni

NIMH

Beyond The Crying Era

(2019 - Winter-Light)
Giuseppe Verticchio ristampa una vecchia raccolta con preziose rarità

NIMH

Circles Of The Vain Prayers

(2016 - Rage In Eden)
Quattro suggestivi mantra nel nuovo album del musicista romano

NIMH

Black Silences

(2015 - Naked Lunch)
Le desolanti e maestose ragnatele di feedback del musicista romano

DAY BEFORE US / NIMH

Under Mournful Horizons

(2012 - Rage In Eden)
Vibrante collaborazione tra Philippe Blache (Day Before Us ) e Giuseppe Verticchio (Nimh)

NIMH

Krungthep Archives

(2011 - Silentes)
Nuove pagine dal diario di viaggio in Thailandia di Giuseppe Verticchio

Nimh on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.