Baths

Cerulean

2010 (Anticon) | dream-beat, glitch, hypnagogic pop

Will Wiesenfeld è un timido ragazzone di Chatsworth, apparso in rete lo scorso anno alla stregua di tanti altri produttori ipnagogici con la speranza di cavalcare l’hype, e farsi spazio nel microcosmo californiano sempre più affollato di replicanti analogici. Pochi mesi, migliaia di click, e l'attenta Anticon è già sulle sue tracce, pronta ad accaparrarsi l’eventuale next big-thing da proporre prima che l’ondata chill-wave, hypna, revival synth-pop - e chi ne ha più ne metta in termni di recenti definizioni - esaurisca la sua carica.

Siamo dalle parti del Four Tet più morbido, atmosfere dreamy trasognate all’occorrenza, giochini glitch calibrati immaginando spiagge assolate e cullanti risacche. “Cerulean” è tutto un tremolio fumoso di battiti chilly, tintinnii sconnessi, luci e ombre che si susseguono tra vocine candide e rarefazioni elettroniche talvolta bislacche (sopra ogni cosa “Lovely Bloodflow“).
L’immaginario è assorto in una danza fluttuante, e le tastiere emanano impalpabili biforcazioni melodiche. Wiesenfeld segue rotte kitsch puntando lo sguardo verso il cielo azzurro della sua terra. E così, il ritmo è scandito seguendo il battito d’ali di un gabbiano che plana indisturbato lungo la costa (“Plea”), con tanto di sitar sintetizzato ed evocazioni angeliche in sottofondo.
L’IDM targata Boards Of Canada sembra rivivere nei pochi istanti di “Rafting Starlit Everglades”, mentre le micro-accelerazioni di “Animals”, “Hall” e “Indoorsy” fanno pensare a uno Steven Ellison in bassa fedeltà.

Al giovane Will manca tuttavia ancora il fatidico guizzo, l’affondo vero e proprio che lo condurrebbe di scatto nel piccolo Olimpo dei giocolieri elettronici dall’aria un po’ imbronciata e dal tastierone estatico, tanto in voga nell’immaginario ipnagogico attuale.
È un esordio promettente quello dell'abile produttore americano, un musicista da tenere d’occhio in un futuro mai così ricco di incognite e interrogativi.

(17/10/2010)

  • Tracklist
  1. Apologetic Shoulder Blades
  2. Lovely Bloodflow
  3. Maximalist
  4. Aminals
  5. Rafting Starlit Everglades
  6. Hall
  7. You're My Excuse To Travel
  8. Rain Smell
  9. Indoorsy
  10. Plea
  11. Departure
Baths su OndaRock
Recensioni

BATHS

Obsidian

(2013 - Anticon)
Le raffinate idee artistiche del musicista losangelino arrivato alla sua seconda prova su disco

News
Baths on web